SAN BENEDETTO DEL TRONTO – E’ scomparso domenica 11 marzo il giudice Mario Mandrelli. Il magistrato è morto, all’età di 77 anni, nella sua casa di San Benedetto. Soffriva di un male incurabile.

Mandrelli, nato nel 1929 a Macerata, è stato uomo di giustizia molto stimato. Per oltre 20 anni è stato Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Ascoli. Diede il via al processo che a fine anni ’70 vide implicati alcuni esponenti politici ascolani e fu tra i Pm protagonisti del processo contro le Brigate Rosse per l’assassinio di Roberto Peci. Per il suo impegno e la sua intransigenza nel perseguire i crimini commessi dalle Br, subì anche un attentato che fortunamente non ebbe conseguenze.

Mandrelli è stato anche un raffinato scrittore: grande successo ottenne il suo libro di costume, pubblicato nel 2000, “Galateo. Ovvero l’arte di comportarsi evitando inutili imbarazzi e comunicare positivo”, operata garbatamente canzonatoria nei confronti di certe relazioni umane. Scrisse anche numerosi articoli di costume su quotidiani e riviste.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 666 volte, 1 oggi)