Centobuchi-Fano 1-1
CENTOBUCHI: Ameltonis, Alessandrini, Cucco, Corradetti, Cameli, Porcu, Iachini, Simoni, Rosa, De Angelis (82′ Pierleoni), Adamoli (87′ Galli). A disposizione: Spina, Del Moro, Cipolloni, Cardinali, Cesani. Allenatore: Marocchi.
FANO: Novembre, Gentili, Amaranti, (32′ Cinotti), Puglia, Cacioli, Mucciarelli, Braccioni, Cremaschini, (80′ Gattarossi), Marinelli, Mariotti (55′ Coppari), Marolda. A disposizione: Allegrini, Caposiena, Florio, Marcucci. Allenatore: Magrini.
Arbitro: Grazioli di Lodi.
Assistenti: Candeo di Roma e Danti di Aprilia.
Marcatori: 10′ Marolda (F), 23′ Rosa (C).
Ammoniti: Simoni e Iachini (C), Cinotti (F).
Angoli: 7-4.
Spettatori: 400 circa.
MONTEPRANDONE – Chi era passato per primo al Comunale finora aveva fatto bottino pieno. Era successo a Santegidiese, Verucchio, Pescina, Cagliese e Avezzano.
Stavolta no: il Fano va in vantaggio ma poi viene raggiunto. Un punto meritato quello raccolto dal Centobuchi di Sestilio Marocchi, al terzo risultato utile di fila dopo lo sfortunato esordio sulla panchina biancoceleste a Riccione.
Un pareggio che certo non risolve i problemi di Simoni e soci, appena un punto sopra la zona play out e ora attesi da due trasferte consecutive – mercoledì a Montecchio e domenica a Pergola – ma che comunque fa morale e dà la misura di una squadra ora più affidabile e soprattutto convinta dei propri mezzi.
Non era facile contro un Fano avvelenato dalle questioni dentro (leggi i 4 punti raccolti nelle ultime cinque partite) e fuori del campo (vedi gli stipendi congelati dalla proprietà granata.
Tanto che dopo 10′ gli ospiti erano già in vantaggio: Ameltonis si opponeva alla conclusione di Puglia, ma Marolda era lesto a ribattere e infilare la palla in rete per l’1-0 della banda Magrini. Il Fano sfiorava il raddoppio 4′ più tardi con lo scatenato Marolda. Seguivano venti minuti tutti di marca biancoceleste: al 21′ punizione di poco alta sopra la traversa di De Angelis; al 22′ tiro a girare fuori di poco di Adamoli.
Un minuto dopo il pareggio del Centobuchi: il portiere fanese Novembre sbagliava il rinvio, Rosa intercettava la palla e trafiggeva l’estremo difensore ospite con un morbido pallonetto. Per l’attaccante ascolano il decimo “centro” stagionale.
I padroni di casa insistevano: al 27′ ci provava De Angelis che colpiva l’esterno della rete dalla sinistra. Al 38′ colpo di testa di Adamoli a girare fuori di poco e al 41′ un grande scambio Rosa-De Angelis, con quest’ultimo che calciava addosso a Novembre in uscita.
Nella ripresa le occasioni migliori erano per gli ospiti che agivano prevalentemente di rimessa: al 56′ Marolda si ritrovava a tu per tu con Ameltonis ma si allungava la palla. Sessanta secondo più tardi il portiere di casa rispondeva alla grande a Marinelli.
Per gli uomini di Marocchi una sola emozione con De Angelis – molto applaudito al momento della sostituzione – con un tiro-cross che impegnava seriamente Novembre. Poi più nulla da segnalare. Pari giusto.
Per pagelle e interviste vi rimandiamo al numero 669 del settimanale Riviera Oggi, in tutte le edicole a partire da lunedì 11 marzo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 488 volte, 1 oggi)