Troiani & Ciarrocchi-Virtus Roma 22-22
MONTEPRANDONE: Salladini, Ascolani, Troisi, De Cugni 4, Veccia 1, Amato, M. Poletti, P. Gabrielli, M. Gabrielli, Romandini 4, Bisirri 7, Sciamanna 4, Consorti 2, Antoniozzi. Allenatore: Iadarola.
ROMA: C. Mariani, Forconi, F. Mariani, Tombini 1, Lo Stocco 1, Napoleoni, Tassone, Larosa 1, Macaro 5, Lategano 4, Giaffreda, Gateani 4, F. Zannella 2, O. Zannella 4. Allenatore: Fasano.
ARBITRI: Del Casale di Vasto e Musardo di Ancona.
NOTE: parziale primo tempo 10-14. Espulsi Sciamanna al 26’30 st e De Cugni al 27’05 st.
MONTEPRANDONE – «Abbiamo disputato una grande partita. Un grazie a tutti i giocatori e al pubblico, che ci ha aiutato tanto nei momenti di difficoltà».
Così Pierpaolo Romandini al termine della partita tra la sua Troiani & Ciarrocchi Monteprandone e la Virtus Roma, valevole per l’ultima giornata della regular season della serie B di pallamano.
Giudicando l’andamento dell’incontro nulla da eccepire rispetto a quanto detto dal capitano dei celesti: gli uomini di Pasquale Iadarola, recuperati Veccia, Bisirri – topscorer del pomeriggio al Colle Gioioso e autore di una grande partita – e Consorti, hanno guadagnato un punto con il cuore, dopo aver giocato un primo tempo inguardabile, zeppo di errori in ogni reparto.
Nella ripresa i padroni di casa hanno alzato i toni agonistici, migliorando l’intensità difensiva e velocizzando l’attacco della difesa schierata, laddove nella prima frazione aveva faticato moltissimo contro i romani che avevano nel portiere Tassone e nel maestoso Macaro i propri punti di forza.
Monteprandone iniziava a rosicchiare il vantaggio della formazione capitolina e al 13′ riuscivano a raggiungere la parità. Ma nel momento più vibrante della gara si ergevano a protagoniste le due signore arbitro che hanno rovinato la parte finale del match, mancando di imparzialità e di obiettività nelle decisioni clou.
La Troiani & Ciarrocchi giocava gli ultimi tre minuti di gara con due uomini in meno per le espulsioni di Sciamanna e De Cugni (semplicemente pazzesco il primo rosso), ma riusciva a raggiungere la parità nonostante l’ennesimo sette metri sbagliato proprio nei secondi finali della gara.
La formazione del presidente Sciamanna chiude la prima fase della stagione con quattordici punti al settimo posto della classifica e nella fase ad orologio, che inizierà il prossimo 24 marzo, dovrà evitare di farsi raggiungere dal Cassino-Gaeta, ultima in classifica, se vorrà mantenere il suo posto in serie B.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 774 volte, 1 oggi)