Mail Express-Siem Collemarino 3-0
MAIL EXPRESS: Falgiatori M., Raffaelli, Caucci, Falgiatori L., Marini, Quercia, Faraone, Moriconi, Scaltritti, Laraia, Malatesta P., Citeroni (l). Allenatore: Mattioli.
SIEM COLLEMARINO: Boncompagni E., Boncompagni A., Dusmet, Danti, Masiero, Malatesta M., Oprandi, Nutricato, Paesani, Paoloni, Mazzoni (l). Allenatore: Sciati.
Arbitro: Mirko Girolametti di Ascoli Piceno.
Parziali: 25-19, 25-14, 25-18.
SAN BENEDETTO DEL TRONTO – «Non sono soddisfatto, vorrei una squadra più cinica e invece spesso finiamo per complicarci la vita, sprecando punti e lasciando giocare troppo i nostri avversari».
La Mail Express contro Collemarino torna al successo dopo le due sconfitte consecutive con Offagna e Pesaro, ma l’allenatore Marco Mattioli si arrabbia.
«Questo è il momento in cui dobbiamo stringere i denti – continua il coach rossoblu – e pensare all’obiettivo che ci siamo posti a inizio stagione. Non voglio si conceda nulla agli avversari. Tra l’altro stiamo riportando gente al palazzetto, quindi se riusciamo a vincere divertendo, non dobbiamo tirarci indietro».
Mattioli troppo esigente? Non diremmo. Marini e soci infatti hanno sofferto più del dovuto prima di liquidare il fanalino di coda del raggruppamento C. La Siem peraltro, nonostante i recuperi di Mazzoni e Dusmet – sempre fuori invece i lungodegenti Fabiani e Yonna – è parsa ben poca cosa.
Eppure San Benedetto dopo una partenza a razzo (6-0 e 10-5) riusciva a complicarsi la vita con il solito calo di concentrazione. Gli ospiti piazzavano un break di 5-0 (15-15) e tornavano a sperare. Mattioli a quel punto chiamava il primo time out dell’incontro: i suoi ripartivano. Chiusura di primo set per 25-19.
Nel secondo parziale la Mail Express andava addirittura sotto 7-5. Poi, sul 9-10 i rossoblu indovinavano un break devastante di 9-0: Collemarino restava inchiodata a quota 14.
Agevole il terzo e ultimo set con i padroni di casa sempre avanti, tanto che sul finire l’allenatore rivierasco poteva regalare qualche minuto di gioco a Paolo Moriconi, di nuovo in campo dopo quattro mesi e mezzo dall’infortunio al piede destro procuratosi a inizio stagione.
PESARO SCONFITTO A SORPRESA Inaspettata la sconfitta casalinga di Pesaro, piegata al tie break (3-2) dal Fustellificio Antonelli. I rossoblu quindi tornano a +5 dalla Snoopy e possono guardare al prossimo impegno – il 24 marzo, sul parquet della Vecci Jesi – con un pizzico di tranquillità in più.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 468 volte, 1 oggi)