SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Grazie ai 2500 euro versati come contributo al Comune, la Bs Banca Sambenedettese sarà il primo istituto di credito cittadino a fregiarsi del logo “Io promuovo la cultura, il turismo, lo spettacolo”.
Così si è espresso il presidente della banca, Elio Spinozzi: «La crescita economica di un territorio è l’altra faccia della sua crescita culturale. L’iniziativa del sindaco Gaspari ci è subito piaciuta, è originale creare un fondo basato sulle donazioni degli operatori economici e dei mecenati. Delegare l’ente pubblico per un progetto unitario ha più senso che sponsorizzare singoli eventi».
La Bs è una banca di credito cooperativo che nel 2006 ha contribuito con 20 mila euro a varie iniziative culturali di questo territorio; si tratta del 10% del suo utile annuale, che Spinozzi dichiara intorno ai 200 mila euro.
Le ultime iniziative sponsorizzate dalla Bs sono la pubblicazione di un libro della Società Operaia del Mutuo Soccorso, scritto da Ugo Marinangeli, un libro dell’Archeoclub e un libro sul dialetto realizzato dal Circolo dei Sambenedettesi.
Ma cosa cambia rispetto alle tradizionali sponsorizzazioni dei singoli eventi culturali? Qual è la novità di questo progetto fortemente voluto da Gaspari? Così risponde il primo cittadino: «Istituzionalizzare questo fondo unico è un segno di trasparenza e di tracciabilità dei contributi, è tutto alla luce del sole, non si tratta più di “piaceri” elargiti da singoli enti ma di un meccanismo che ci permette di programmare meglio e con più anticipo la stagione degli eventi culturali».
Gaspari ha spiegato che poter disporre fin dalla primavera di un fondo che si va via via costituendo permette di programmare concerti e spettacoli da una posizione di forza, visto che la norma vuole che le spese per la cultura ricevano fondi dal residuo del bilancio approvato fra marzo e aprile.
«Questo costringe a programmare il cartellone estivo senza conoscere quanti fondi si hanno – dice Gaspari – oppure impone di fare tutto con improvvisazione».
Il fondo appena creato servirà anche per finanziare i concerti di Pfm, Avion Travel, Pino Daniele e Fiorello («lo avremo al 90%, lo stiamo soffiando ad Ancona»). E quello del vincitore di Sanremo Simone Cristicchi. Pare che qualche concerto si terrà allo stadio “Riviera delle Palme”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 897 volte, 1 oggi)