MONTEPRANDONE – «Lasciamo da parte la bella vittoria di Grottammare e pensiamo ai prossimi impegni: in otto giorni dovremo affrontare tre partite fondamentali, dalle quali passerà una bella fetta della nostra salvezza».
Sestilio Marocchi ha già dimenticato l’impresa del Pirani. L’allenatore del Centobuchi ricaccia indietro complimenti e pacche sulle spalle. I 28 punti in classifica, meglio ancora: le due lunghezze dalla zona play out, non lo rassicurano più di tanto. Sentite: «Ci siamo tirati fuori dalla zona “rossa”? Non scherziamo. Abbiamo centrato due successi molto importanti, ma dovremo soffrire anche un bel po’. In otto giorni riceveremo il Fano al Comunale e andremo a far visita a Montecchio (mercoledì 14 marzo, nda) e Pergolese (domenica 18, nda). C’è poco da stare allegri».
Insomma di mattoni da mettere per il raggiungimento dell’obiettivo di inizio stagione ce ne sono ancora diversi. Si comincia con il Fano, formazione dilaniata dalle polemiche dopo il passo falso interno contro la Cagliese, tanto che la società granata ha congelato gli stipendi ai giocatori. La squadra di mister Magrini scenderà al Comunale priva degli squalificati Ripa e Sabbatini e dell’infortunato Omiccioli. In forse bomber Marolda.
«Non guardo in casa d’altri – commenta Marocchi – Penso semmai alla mia squadra. Credo molto nel valore dei ragazzi, ritengo che abbiano dimostrato di potersela giocare contro tutti, ma contro il Fano non sarà una partita facile. Loro in crisi? Non mi fido, sono comunque una delle formazioni più attrezzate del girone e, sono sicuro, giocheranno con il sangue agli occhi. Dovremo essere bravi, come abbiamo fatto sabato scorso, a non farci condizionare dal nome e dalla classifica dell’avversario».
I biancocelesti ripartiranno dall’undici delle ultime due giornate. Stando infatti alle indicazioni emerse dalla consueta amichevole infrasettimanale – Simoni e soci hanno sfidato la formazione Allievi – Marocchi ridarà fiducia agli stessi uomini che hanno battuto Sangiustese e Grottammare. Largo quindi al 4-3-3: Ameltonis a difesa della porta, pacchetto arretrato comprensivo di, da destra verso sinistra, Alessandrini, Cameli, Corradetti, Cucco; linea mediana con Iachini, Simoni e Porcu; tridente d’attacco Adamoli-Rosa-De Angelis.
E speriamo che l’epilogo sia lo stesso delle ultime settimane.
ARBITRO Al Comunale dirigerà la sfida tra biancocelesti e granata il signor Sante Diego Grazioli, il quale sarà coadiuvato dagli assistenti di linea Massimo Candeo e Massimiliano Danti.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 437 volte, 1 oggi)