SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Caso Palacongressi, Pasqualino Piunti tuona contro l’amministrazione. Nel mirino del capogruppo consiliare di An le “ondivaghe” posizioni del sindaco Gaspari e dell’assessore Domenico Mozzoni, : «Quando erano consiglieri di minoranza si strappavano le vesti per il project del Palacongressi; oggi il primo è possibilista, il secondo tace».

«Se si esclude una folgorazione sulla strada di Damasco – aggiunge Piunti – le motivazioni possono essere solo due: a pensar bene, i due recitano un copione, a seconda del ruolo che ricoprono».

Il consigliere di An propende per una lettura più “maligna”: «Le stesse condizioni che l’A.T.I. offre oggi le offriva anche prima, c’è il fondato sospetto che si stia riavvolgendo la pellicola di un film che riporta ai tempi di Perazzoli. L’ex sindaco s’impegnò per alcuni Prusst, che di fatto avrebbero cementificato la città a fronte di un non ben precisato beneficio pubblico. Si conferma quanto andiamo dicendo dallo scorso giugno: siamo di fronte ad una giunta esecutrice, ostaggio di fantasmi del passato».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 531 volte, 1 oggi)