CUPRA MARITTIMA – Una piccola rivoluzione urbana: Piazza Possenti si appresta a diventare il centro di aggregazione principale cittadino, a discapito della bella ma purtroppo troppo trafficata Piazza della Libertà. In questi giorni infatti è stato pubblicato il bando di gara per l’appalto dei lavori di ampliamento del palazzo municipale e per la sistemazione di Piazza Possenti; la data di scadenza della date è fissata nel 12 aprile.

Come spiega il sindaco Giuseppe Torquati «tra i danni provocati dalla Statale 16 c’è anche quello di aver reso invivibile la bellissima piazza della Libertà, opera del Sacconi, a causa dell’enorme traffico che in essa si svolge. Per tale ragione questa Amministrazione comunale ha pensato di trasferire il luogo di aggregazione che questa rappresentava nella vicina piazza Possenti».

Il progetto di restauro, la cui gara d’appalto è stata già avviata, oltre all’ampliamento del palazzo comunale, prevede la sistemazione della suddetta piazza con un’appropriata pavimentazione (con pietra tipica delle nostre zone), spazi verdi, una fontana e una parte rialzata coperta da una tettoia in prossimità dell’ingresso al palazzo comunale. Da qui si potrà accedere anche ad una sala che sarà messa a disposizione di tutte le associazioni, dei comitati di quartiere e dei gruppi di cittadini che comunque ne avessero la necessità.

In relazione alle disponibilità finanziarie, si cercherà di intervenire anche nel rifacimento di via Galilei per facilitare l’inserimento di nuove attività commerciali che con vetrine e insegne dovranno rendere maggiormente viva questa via che collega la piazza con il lungomare, ridando così a questa zona quel ruolo di centro del paese che ha sempre avuto negli anni passati.

«Anche se siamo su livelli diversi – ha aggiunto il sindaco Torquati – lo stesso impegno nel rivitalizzare gli scorci più suggestivi del paese, viene profuso per il centro storico di Marano, dove, ormai quasi completata la parte strutturale, ora si lavorerà per incentivare l’inserimento di attività commerciali (prodotti tipici, artigianato) e per far sì che, specie nella stagione estiva, i numerosi visitatori che frequentano il borgo antico possano trovare un ambiente vivo ed accogliente. Inoltre, è sempre in itinere la costruzione di appartamenti per fare in modo che crescano anche i residenti stabili».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 631 volte, 1 oggi)