GROTTAMMARE – «Abbiamo peccato di presunzione, forse l’aria dell’alta classifica ci ha fatto male. Spero ci serva da lezione».
Daniele Amaolo parla 48 ore dopo il deludente derby con il Centobuchi. Al termine della partita il tecnico del Grottammare aveva preferito chiudersi negli spogliatoi tenendo a rapporto la squadra: quando abbiamo lasciato il Pirani, un’ora e mezza dopo la fine dell’incontro, l’allenatore sangiorgese stava ancora tenendo a rapporto Del Moro e compagnia.
Aveva parlato solo il diesse Aniello, sereno ma duro nei confronti della squadra: «Una prestazione che ci lascia molto sorpresi. Faccio i complimenti al Centobuchi, che ha meritato di vincere». Così il direttore sportivo biancazzurro.
Mister Amaolo preferisce smorzare leggermente i toni: «Non calcherei la mano più di tanto, forse dopo la partita c’è troppa delusione. Qualsiasi aggettivo è fuori luogo. Ovvio che ci siamo resi conto che la squadra non ha sfornato una prestazione da Grottammare, abbiamo fallito sotto tutti i punti di vista. Il Centobuchi del resto ha giocato la sua partita, meritando, però nella loro vittoria c’è molto del nostro. Speriamo che il confronto di sabato pomeriggio sia servito a qualcosa».
Martedì la squadra si ritroverà al Pirani per riprendere la preparazione. All’orizzonte un ciclo di partite terribile, con tre partite nel ristretto spazio di otto giorni: domenica il Real Montecchio, mercoledì, nel recupero della 4a giornata del girone di ritorno, il Pescina in casa, poi, la domenica successiva, l’Avezzano, sempre davanti al pubblico amico.
«Un trittico di partite durissimo. La classifica è di nuovo difficile, siamo più vicini al basso che non alla zona play off. Inutile guardare in alto, quando l’abbiamo fatto abbiamo smarrito la nostra identità. Conviene rimanere umili, coscienti dei propri limiti. L’obiettivo era e resta la salvezza: rimettiamoci sotto».
Si comincia da Montecchio, coi biancorossi peraltro reduci dalla pesante sconfitta di Monte San Giusto. «Per il sottoscritto ogni avversario va tenuto nella giusta considerazione – conclude Amaolo – Solo se disputeremo una grande prestazione potremo pensare a fare risultato».
BORSINO Nel Pesarese rientreranno Oddi, che ha scontato l’ultimo turno di squalifica rimediato contro la Santegidiese tre giornate fa, e Manni, il quale è completamente ristabilito dal problema muscolare che lo ha costretto a sedersi in panchina sabato scorso.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 464 volte, 1 oggi)