ACQUAVIVA PICENA – “Palio dei bambini – Vivere la storia da protagonisti” Atto Quarto. Anche quest’anno torna, per la gioia dei più piccoli, soprattutto, e dei grandi (specialmente dei tanti genitori coinvolti), la versione baby della tradizionale rievocazione storica acquavivana, organizzata dall’Associazione Palio del Duca e dal suo instancabile presidente Nello Gaetani. Prevista per il prossimo sabato 26 maggio, si svolgerà, dalle ore 16, all’interno del suggestivo scenario del centro storico. L’ingresso è libero.

I ragazzi, agghindati con abiti rigorosamente medioevali, saranno protagonisti anche loro, come avviene nella corrispondente manifestazione agostana degli adulti (che quest’anno raggiungerà l’onorevole traguardo della XX edizione), del corteggio storico. Seguiranno la benedizione del drappo e la disputa del Palio, nel corso del quale si sfideranno a singolar tenzone, nell’incantevole cornice di piazza del Forte, i quattro rioni cittadini (Aquila, Civetta, Picchio e Falco), a colpi di palle, sacchi, pajarole e funi.

Lo scorso martedì 13 febbraio, intanto, presso il ristorante Duca degli Acquaviva, sono iniziati i corsi per musici, tamburi e chiarine, in attesa dell’avvio di quelli per pifferi e danzatrici. Il Palazzetto dello Sport è, invece, la “palestra” nella quale si allenano, seguiti dai membri del direttivo del sodalizio promotore dell’evento, gli atleti in erba che parteciperanno ai giochi storici.

«Al di sopra delle aspettative – commenta Gaetani – l’adesione che l’iniziativa ha riscosso presso gli allievi del locale Istituto Scolastico Comprensivo: il progetto, inserito nel POF (Piano dell’offerta formativa), ha riscontrato il totale beneplacito del preside Luigi Di Emidio e della stragrande maggioranza degli insegnanti, ai quali l’Associazione Palio del Duca esprime tutta la sua gratitudine».

Parecchi, per quanto concerne la sfilata, i ruoli già affidati, eccezion fatta per quelli degli sposi, Rainaldo e Forasteria, i più ambiti.

È in atto, nel frattempo, all’ISC, il concorso legato alla realizzazione del drappo. Il disegno più meritevole sarà riprodotto su tela, dalle dimensioni di 50 cm x 70, e donato al rione vincitore dell’edizione 2007 del Palio dei bambini.

L’Associazione Palio del Duca dedica ogni anno molta cura a quest’evento, riponendo in esso tutte le speranze ed attese, affinché, attraverso i giovani, “Sponsalia” diventi sempre più parte integrante del tessuto culturale e turistico del territorio. Come disse Pierre de Blois (letterato e uomo politico, d’origini francesi, vissuto tra la fine dell’XI e l’inizio del XII secolo), «non si passa dalle tenebre dell’ignoranza alla luce della scienza se non si rievocano con passione le opere degli antichi». In altri termini, è attraverso la riscoperta delle proprie radici che si vive meglio il presente e ci si prepara alle sfide del futuro. Proprio questo è l’intento che anima ogni iniziativa promossa dal suddetto consorzio acquavivano, compreso il Palio dei bambini.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 790 volte, 1 oggi)