ANCONA – La Giunta regionale rompe gli indugi e parte all’attacco di Trenitalia. «Ci sono disservizi che tuttora vengono denunciati da numerosi viaggiatori e pendolari nel trasporto ferroviario regionale. Non è tollerabile che il funzionamento di treni di nuova produzione, appena consegnati e circolanti da poco tempo, acquistati mediante risorse finanziarie della Regione, arrechino disservizi a viaggiatori e pendolari».

Commenta così, il presidente Spacca, le segnalazioni degli ultimi giorni pervenute da molti fruitori del trasporto ferroviario regionale. Causa delle lamentele, il difettoso funzionamento delle porte dei convogli: malfunzionamento che non consente – secondo le proteste – ai passeggeri di scendere dai vagoni in corrispondenza delle fermate alle varie stazioni di sosta. Ciò che amareggia maggiormente è il fatto che il materiale coinvolto nei disservizi denunciati sia quello di più nuova generazione. Materiale acquistato da Trenitalia, grazie al contributo finanziario della Regione Marche.

«Il fatto che nell’ambito dell’ultima riunione di Giunta – ha sottolineato il presidente Spacca – abbiamo autorizzato Trenitalia all’effettuazione del servizio di trasporto ferroviario fino al 30 aprile prossimo, non significa che abbiamo intenzione di abbassare la guardia sul fronte della qualità ed efficienza di un servizio importante per la mobilità regionale. Attendiamo da Trenitalia azioni volte a escludere la possibilità del ripetersi di tali inconvenienti».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 741 volte, 1 oggi)