GROTTAMMARE – Il centro storico diventa sempre più bello: di recente è stata riqualificata la scalinata esterna alla Torre di guardia, sottostante la chiesa di Santa Lucia. La staccionata di protezione in legno, che era debole in alcuni punti, è stata sostituita completamente con una più robusta (e più accattivante). I lavori sono stati eseguiti in economia dalla squadra esterna dell’ufficio Manutenzioni.
Altri lavori in via di definizione riguardano la riqualificazione di un passaggio nella zona di Sant’Agostino. L’ufficio Lavori pubblici propone il ripristino di un’antica strada di accesso a sud che conduceva alla porta medioevale, percorso poi modificato nell’Ottocento per consentire un transito più agevole alle carrozze con la realizzazione di una nuova strada, l’attuale via Palmaroli.
A causa del disuso, oggi la stradina versa in stato di degrado ed è individuabile solo nell’ultimo tratto. L’area è una delle parti contemplate nel Piano di recupero del Centro storico e l’idea è quella di realizzare una successione di scalinate alternate ad ampie aree di sosta, piantumate con essenze autoctone, illuminate e attrezzate con panchine, con l’obiettivo di favorire il transito pedonale offrendo un percorso piacevole e suggestivo. In merito agli elementi murari, il progetto si limita a suggerire la semplice manutenzione di pulitura e ristuccatura, in quanto non sono presenti segni di rovina dal punto di vista statico.
Alle opere si darà seguito nell’ambito del programma di intervento “Grottammare mercato aperto”, che ha avuto buon esito nella graduatoria dei finanziamenti regionali assegnati dal bando 2006 dei Centri commerciali naturali (strumento per la riqualificazione delle piccole e medie imprese commerciali in ambito urbano) e di cui l’elaborato che le propone era parte integrante per quanto riguarda l’impegno pubblico.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 510 volte, 1 oggi)