Cagliese-Grottammare 1-1
CAGLIESE: De Iuliis, Casavecchia, Pucci, Fenucci, Santinelli, Bellagamba, Pigna, Ludovisi (78′ Carpiteti), Pagliardini (50′ Luchetti); Prosia. A disposizione: Gallinucci, Tagliatesta, Belpassi, Busini, Pagliari. Allenatore: Cornacchini.
GROTTAMMARE: Domanico; Gasparroni (86′ Ascani), Pulcini, Iampieri, Costanzo; Puglia, Vergari, Marcatini, Napolano (72′ Pasquini); Fanesi, Laino.
A disposizione: Di Salvatore, Lignite, Piccirilli, Assenti, Croci. Allenatore: Amaolo.
Arbitro: Bellotti di Verona.
Assistenti: Serpilli e Serpilli E. di Ancona.
Marcatori: Prosia 48′ (C), Vergari 92′ (G).
Angoli: 2-2 .
Ammoniti: Puglia, Marcatini, Santi, Laino, Gasparroni.
Espulso: Pucci al 21′ per doppia ammonizione.
Spettatori: 300 circa.
CAGLI – Non muore mai il Grottammare: quando tutto sembra perduto i biancazzurri hanno la forza di risollevarsi e mettere a segno la stoccata decisiva.
E’ successo anche a Cagli dove gli uomini di Amaolo, orfani di ben cinque titolari – l’infortunato Manni e gli squalificati Del Moro, Davide Traini, Ionni e Oddi – e con la panchina imbottita di giovani provenienti dalla formazione Juniores, hanno pareggiato i conti solo al 92′, grazie ad un bel gol di Vergari, ottimamente servito dal solito Fanesi.
Un punto meritato. La dea bendata si è ricordata dei biancazzurri, in superiorità numerica al Comunale per un episodio simile a quello successo domenica scorsa al Pirani, contro la Santegidiese, quando l’arbitro aveva espulso troppo frettolosamente Traini. Stavolta a pagare dazio, dopo 20 minuti, il difensore Pucci, prima ammonito per un fallo di gioco e poi espulso per una trattenuta prolungata ai danni di Puglia.
Nonostante l’uomo in più il Grottammare non riesce a scardinare la difesa dei padroni di casa, con Santi che si prende cura di Fanesi. Al 33′ bella palla in profondità di Pagliardini per Ludovisi, Gasparroni chiude in collaborazione con Domanico. La Cagliese prende coraggio e si rende pericolosa ancora con Ludovisi al 36′ e al 44′.
In apertura di ripresa vantaggio casalingo. Palla a Prosia che triangola con Ludovisi e con un destro a scavalcare batte un incolpevole Domanico. Al 55′ Bellagamba ci prova da fuori, attento Domanico. Al 56′ risponde Puglia: conclusione debole. Al 59′ Laino non trova la porta su un bell’appoggio di Fanesi.
Il Grottammare preme, ma non riesce a trovare sbocchi; al 74′ bella occasione per gli ospiti: sull’ennesimo cross la palla arriva a Laino che ci prova al volo, ma strozza la conclusione e De Iuliis ha buon gioco.
Amaolo inserisce forze fresche, ma al 92′, quando tutto sembra perduto, Fanesi scappa a Santi sulla destra, mette in mezzo, la palla è ancora respinta dalla difesa di casa, arriva Vergari di gran carriera e batte al volo, trovando il pertugio giusto tra una selva di gambe. E’ il gol del pareggio e per il Grottammare un punto tanto insperato quanto prezioso.
Per pagelle e interviste vi rimandiamo al numero 667 del settimanale Riviera Oggi, in tutte le edicole a partire da lunedì 26 febbraio.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 371 volte, 1 oggi)