GROTTAMMARE – L’opposizione di centrodestra torna a criticare la giunta Merli sulla questione della piscina: «Sono trascorsi due mesi dall’inaugurazione della piscina comunale, e l‘impianto è chiuso al pubblico. Poiché il Sindaco si vanta della democrazia partecipata è tempo che spieghi ai cittadini in modo chiaro, cosa è successo».
«Oggi più che mai il primo cittadino con la sindrome del taglio del nastro» afferma con sarcasmo il centrodestra «deve chiedere pubbliche scuse per il grave ritardo sulla piscina. Che cosa manca? Che problemi ci sono stati? Non vorremmo sentirci rispondere problemi di ordine burocratico, altrimenti potremmo pensare ad una grave inefficienza degli uffici comunali, e ci aspetteremmo di vedere dei provvedimenti nei confronti di coloro che rallentano l’iter amministrativo. E non ci vengano nemmeno a dire che la responsabilità di tale ritardo è causata da altri enti, un amministrazione attenta ed efficiente avrebbe dovuto chiedere dei pareri in corso d’opera per evitare ritardi nell’apertura dell’impianto».
Il centrodestra conclude che «la nostra previsione di forte ritardo dell’apertura al pubblico, non è chiaroveggenza, ma ci viene dalla conoscenza del modo di agire di Merli e della sua maggioranza. Ci permettiamo di insistere per evidenziare agli occhi dei cittadini la realtà di un sindaco che è più interessato alle inaugurazioni che alla fruibilità delle strutture. Oggi più che mai chiediamo al sindaco quante altre volte deve essere inaugurata la piscina prima che se ne possa fruire?»

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 582 volte, 1 oggi)