MILANO – Si è aperta giovedì 22 febbraio al polo fieristico fieramilano a Rho la “Borsa internazionale del turismo“. La città di San Benedetto è presente all’interno dello stand della Regione Marche, che è il più grande della rassegna, con 1.298 metri quadrati e un investimento di 350 mila euro.

Più in particolare, San Benedetto e il suo hinterland vengono pubblicizzati negli spazi della Provincia di Ascoli Piceno e in quello dell’iniziativa “Tipicità”. All’inaugurazione sono presenti il vicepresidente della Giunta regionale, con delega al Turismo, Luciano Agostini, il presidente della Giunta provinciale Massimo Rossi, il vicepresidente Emidio Mandozzi, l’assessore al Turismo Avelio Marini, e il presidente del Consorzio turistico “Riviera delle Palme” Marco Calvaresi. Il vicesindaco di San Benedetto Antimo Di Francesco e l’assessore al Turismo Domenico Mozzoni saranno presenti alla fiera sabato 24 e domenica 25.

La parola d’ordine, in questa giornata di apertura, è quella dell’integrazione tra costa ed entroterra, della destagionalizzazione e dell’impulso all’occupazione tramite il turismo. Ne ha parlato in particolare Luciano Agostini, che partendo dall’abolizione dell’Iva proprio sul turismo congressuale, ha auspicato che il Palacongressi di San Benedetto possa diventare un punto di riferimento per tutta la regione, per quanto riguarda questo particolare settore. Agostini ha pure annunciato che nei giorni 2, 3 e 4 maggio si svolgerà proprio al Palacongressi l'”assemblea annuale nazionale dei consumatori”, alla presenza del ministro alle Attività produttive Pierluigi Bersani. Questo vuol dire che 500 persone soggiorneranno a San Benedetto per tre giorni, per parlare di liberalizzazioni e non solo.

Agostini ha parlato di vari altri argomenti, partendo dal presupposto che la legge assegna proprio alle Regioni la competenza esclusiva sul turismo. Le Marche, per esempio, destineranno 1 milione di euro all’anno per tre anni per potenziare l’accoglienza. Erogheranno inoltre contributi in conto interessi per ristrutturazioni delle strutture (interessi su un massimo di 100 milioni di euro complessivi investiti dai privati). Un milione di euro, inoltre, sarà destinato al potenziamento del portale regionale internet sul turismo.

Nel frattempo si prevede un’edizione particolarmente ricca della Bit per il 2010. E sempre a Milano Agostini ha ricevuto aperture da parte dell'”Ente nazionale italiano per il turismo” (Enit), sulla possibilità di ricevere un contributo per istituire due nuovi voli dall’aeroporto di Ancona-Falconara: uno per Liverpool, l’altro per la Repubblica Ceca (secondo paese per arrivi turistici nelle Marche) o per la Polonia.

Agostini si è inoltre soffermato su alcune novità introdotte dalla Finanziaria 2007: dal tramonto definitivo di un aumento del 300% dei canoni demaniali, al raddoppio dei fondi riservati alle Marche per questo settore, come sopra illustrati. «La Regione intende inoltre investire nel settore del turismo in bicicletta e dei campi da golf», ha concluso.

Il presidente Calvaresi ha del resto specificato che quest’anno la “Riviera delle Palme” ha puntato molto sul Parco Marino del Piceno e sulla Riserva Naturale della Sentina per veicolare la propria immagine. Sono intervenuti anche Emidio Mandozzi ed Avelio Marini, che hanno presentato sia i siti internet curati dalla Provincia (http://www.picenturismo.it/ e http://www.filieracorta.it/), sia la volontà di incentivare l’integrazione dell’offerta turistica tra mare e agriturismi, con possibili positive ricadute sull’occupazione del territorio.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 536 volte, 1 oggi)