SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Mercoledì 21 febbraio si riunisce il consiglio comunale. Si parte alle 18:30, molti i punti all’ordine del giorno (23) e si prevede perciò una sospensione della seduta con ripresa il giorno successivo.
Per l’elenco completo dei punti che saranno discussi clicca qui.

Il capogruppo di Alleanza Nazionale Pasqualino Piunti fa notare che la gran parte delle delibere che dovranno essere approvate dalla maggioranza non sono state precedute da un’adeguata discussione in seno alle commissioni consiliari. «La tanto sbandierata partecipazione deve riguardare anche i consiglieri comunali, che devono avere la possibilità di esaminare le delibere discutendone in seno alle commissioni consiliari. Del resto – continua Piunti – questa amministrazione ha voluto aumentarne il numero da sei a otto, ma pare che questo non favorisca la discussione».
Piunti si riferisce in particolar modo alle quattro delibere di materia urbanistica, delle quali due (il punto 13 e il punto 14) comunque rappresentano solo una presa d’atto di decisioni già condivise dalla minoranza nel corso di altri consigli comunali.
«Però andava affrontata in commissione Assetto del Territorio la proroga del piano di lottizzazione dell’area Torre Guelfa. Se si continua con questo andazzo la minoranza potrebbe anche rifiutare la presidenza di quattro commissioni consiliari».
Il consigliere di Rifondazione Comunista Daniele Primavera invece fa notare che «sarebbe più funzionale e comodo avere ordini del giorno meno fitti. Andare avanti fino a orari tardi può scoraggiare i cittadini dall’assistere ai consigli comunali».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 386 volte, 1 oggi)