CONSIGLI 6: deve raccogliere il pallone in fondo al sacco altre due volte, dopo i gol beccati domenica scorsa contro la Salernitana. Per il resto rimane praticamente inoperoso.
ZAMMUTO 6: torna in campo dal 1′ dopo quasi tre mesi e all’inizio paga dazio, soffrendo da morire la premiata ditta Turchetta-Villa. Con il passare dei minuti prende loro le misure, giocando una ripresa positiva. Crescerà ulteriormente.
VARRIALE 6: dopo 7′ si fa sorprendere da Tedoldi che mette in mezzo il traversone che causa il rigore dell’1-0. Si rifà strada facendo, calciando qualche bella punizione e lasciandosi andare ad alcune sortite in avanti.
VISONE 6,5: comincia quasi timoroso, poi la sua prestazione sale di intensità. Riesce a far valere le sue doti di lottatore e di prezioso assist man anche sulla fascia. Meglio comunque a destra che non sulla corsia mancina.
ESPOSITO 5,5: provoca il rigore del momentaneo vantaggio sammarinese “cinturando” Ligori. Nel prosieguo di gara si rende protagonista di qualche altra indecisione.
LANDAIDA 6: ha il grande merito di pareggiare una partita che si tava mettendo male per i suoi, ma non può dirsi esente da colpe in occasioni delle marcature biancazzurre.
CARLINI 7: in ombra fin quando è costretto a giostrare da rifinitore; viene fuori quando torna sull’out sinistro, trasformandosi nel giocatore che conosciamo. Suo l’assist per il 2-1 di Morante.
LOVISO 7: merita la palma di migliore in campo, in virtù della difficile settimana che ha vissuto. Si ripropone a grandi livelli, coniugando qualità e quantità. Dal suo piede destro parte il traversone che vale il gol dell’1-1.
MORANTE 6: segna il dodicesimo gol stagionale, spezzando un digiuno che durava da quasi due mesi (dalla doppietta di Gallipoli; era il 23 dicembre). Prima e dopo però fa fatica.
FANELLI 6: dopo il rigore calciato da Villa e respinto da Consigli lascia svettare indisturbato Ligori. Avrà comunque modo di farsi perdonare lottando come un dannato su ogni pallone.
GRILLO 5,5: resta in campo mezz’ora, facendosi vedere poco. Avrà comunque modo di rifarsi, ne siamo sicuri.
OLIVIERI (dal 31′ pt) 6,5: il suo ingresso cambia il corso della partita. A volte gigioneggia troppo con il pallone, ma regala spesso numeri d’alta scuola. Se riuscisse ad essere anche continuo, diventerebbe pedina insostituibile.
GIORGINO (dal 30′ st) s.v.: dà il suo contributo nelle battute conclusive, quando la Samb prova a tornare di nuovo in vantaggio.
FRAGIELLO (dal 41′ st) n.g.: una manciata di minuti nel finale di gara.
MISTER UGOLOTTI 6,5: in avvio schiera una Samb inedita. Dopo mezz’ora si accorge che le cose non vanno e ha il coraggio di cambiare, togliendo Grillo e inserendo Olivieri per passare al 4-2-3-1. Lo avevamo criticato contro Salernitana; stavolta merita un grosso plauso.
GIANCOLA DI VASTO 5: non convince la sua direzione. Clamorosa la svista al 13′ del secondo tempo, quando non sanziona (poteva starci il rosso) il fallo di Nossa su Carlini. Sul ribaltamento di fronte il San Marino perviene al pareggio.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 981 volte, 1 oggi)