Cuprense-Truentina 1-1
CUPRENSE: Brusi, Calabrini, Ottaviani, Splendiani A. (21’st Gabrielli), Capretti, Cocciaretto, Crescenzi (21’st Greganti), Nasini, Lucidi, Splendiani U, Silipo (38’st Lepretti). A disposizione: Montenovo, Acciarri A, Acciarri E, Maurizi. Allenatore: Fermanelli.
TRUENTINA: Vallorani, Marchegiani, Schiavi, Luzi, Sciamanna, Grazioli, Capriotti(33’st Luzi), Cicconi, Cipolloni (31’st Ottaviani), Maswi (1’st Pepe), El Hassani. A disposizione: Porfieri, Campanella. Allenatore: Crosta.
Arbitro: Bonifazi di Macerata.
Reti: 33’pt Capriotti(T), 43’st Lucidi(C).
Ammoniti: Lucidi, Calabrini, Cocciaretto per la Cuprense. Marchigiani e Pepe per la Truentina.Espulso al 45’pt El Hassani per scorrettezze.
Recupero: 1′ pt, 4′ st.
CUPRA MARITTIMA – Gli uomini di Fermanelli, al cospetto del fanalino di coda del girone, non sono riusciti ad andare oltre il pari, pur giocando per un tempo in superiorità numerica.
Una pessima prestazione, caratterizzata da poco impegno, difficoltà nel palleggio e nell’impostazione della manovra, ma soprattutto dalla scarsa incisività dei terminali offensivi. Molto hanno influito le assenze di Mori, Parlato, Rossi, Perozzi e Carosi. Gli ospiti, di contro, hanno fatto una gara lodevole.
Nella prima fase di gara la Truentina domina indisturbata, trovando anche la rete. Nella ripresa la Cuprense con un uomo in più tenta in tutti i modi di sfondare il pacchetto arretrato degli ospiti ma nulla da fare, i gialloblu si devono accontentare del pari.
La cronaca. Al 12′ Nasini al termine di un’azione personale prova il tiro che sfiora il montante. Al 31′ il tentativo è di Cicconi, dalla lunga distanza, ma la palla sorvola la traversa. Due minuti dopo gli ospiti passano in vantaggio con Capriotti, che di testa devia in rete una punizione di Cicconi.
Nella ripresa, in due occasioni i locali potrebbero pareggiare ma Umberto Splendiani di testa, e in seguito Nasini, su calcio piazzato, sono imprecisi. Al 30′ punizione di Calabrini, Nasini colpisce di testa, ma Vallorani si rifugia nel corner. Al 39′ Lucidi impegna l’estremo difensore ospite che respinge, Umberto Splendiani si avventa di testa ma Grazioli ribatte sulla linea di porta.
Al 43′ la Cuprense raccoglie i frutti dell’assedio. Su traversone dalla destra di Calabrini, Lucidi di testa gonfia la rete evitando quella che sarebbe stata una pesante sconfitta.
Una delle partite più brutte finora disputate dalla Cuprense rimette in discussione la permanenza di Luca Fermanelli a Cupra Marittima. Il tecnico a fine gara è stato per l’ennesima volta contestato dal pubblico di casa.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 542 volte, 1 oggi)