GROTTAMMARE – Nemmeno il tempo di rammaricarsi per la brutta (e immeritata) battuta d’arresto in casa del Penne: domenica è di nuovo campionato. Il Grottammare dovrà smaltire velocemente le tossine accumulate in casa degli abruzzesi. Al Pirani arriva la vice-capolista Santegidiese, formazione peraltro che all’andata (22 ottobre) inflisse ai biancazzurri il primo dispiacere della stagione (2-1).
«Una partita molto difficile», esordisce l’attaccante Massimiliano Fanesi. «Il risultato dell’andata centra poco: avranno motivazioni grandissime e vorranno mantenere la loro posizione di classifica».
Passo indietro: torniamo al Comunale di Penne. Risultato bugiardo. «E’ vero. Però un errore l’abbiamo commesso: nel primo tempo ci siamo adattati al gioco dei padroni di casa, non abbiamo imposto il nostro ritmo e se facciamo questo soffriamo contro chiunque. Nella ripresa invece abbiamo avuto tante occasioni per pareggiare i conti e onestamente credo che alla fine il pareggio lo avremmo meritato tutto».
Se non segna Fanesi (finora 7 gol), sempre sul tabellino nelle prime quattro giornate del 2007, il Grottammare sembra non riuscire a fare punti. E’ proprio così? «Ma no, è un caso. Prendiamo Penne: nel secondo tempo Laino è andato più volte vicino al gol. Da questo punto di vista siamo una squadra molto duttile. Non credo assolutamente a un Grottammare Fanesi-dipendente».
Ad ogni modo siete tornati nelle Marche con zero punti in saccoccia. Ma la zona play off resta a 3 lunghezze. «L’ho ripetuto tante volte, per adesso non conviene porci dei traguardi. Tra qualche partita nel riparliamo. Prima raggiungiamo la quota salvezza, poi magari, con la tranquillità derivante dal risultato raggiunto, potremmo giocare in modo più sbarazzino e toglierci qualche soddisfazione».
Insistiamo: i play off sono a un tiro di schioppo. Impossibile non pensarci. «E’ normale che si guardi in su. Stiamo disputando un bel campionato, ci mancherebbe che ci accontentassimo. Le ambizioni le abbiamo tutti, compresi i più giovani, però siamo altrettanto consapevoli che prima di pensare in grande va conquistata la salvezza».
BORSINO In vista della partita contro la Santegidiese mister Amaolo conta di recuperare Vergari, out a Penne, e Manni, regolarmente in campo in Abruzzo, ma comunque acciaccato. Insomma, alla fine, dovrebbe mancare solo capitan Del Moro, al quale restano da scontare due delle tre giornate di squalifica rimediate nel corso della trasferta di Macerata.
ARBITRI Designati gli arbitri che dirigeranno la 23a giornata del girone F di serie D. Al Pirani fischierà Roberto Scolozzi, mentre Cattolica-Centobuchi sarà diretta da Cristian Brasi.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 259 volte, 1 oggi)