Penne-Grottammare 1-0
PENNE: Palena, D’Ercole, Safon, Piccolo, Ciarrocca, Fulco, Nardi (19′ st Ricci), Francia (36′ st Cognata), Nunziato, Contini, Poziello (28′ st Carota G.). A disposizione: Di Vincenzo, Stellato, Gamboni, Del Gallo. Allenatore: Torti.
GROTTAMMARE: Domanico, Iampieri, Oddi, Traini, Pulcini, Manni, Puglia (13′ st Gasparroni), Ionni, Fanesi, Napolano (36′ st Marcatile), Costanzo (19′ st Laino). A disposizione: Di Salvatore, Vergari, Ascani, Pasquini. Allenatore: Amaolo.
Arbitro: Bellutti di Trento.
Assistenti: D’Annibale e Fraboni.
Rete: 41′ pt Nunziato.
Ammoniti Ciarrocca, Poziello, Ricci, Fanesi, Gasparroni.
Note: 300 spettatori circa.
PENNE – Si ferma a sette giornate la serie positiva del Grottammare che non perdeva dallo scorso 3 dicembre (Morro d’Oro-Grottammare 3-1), ma soprattutto era reduce da tre successi consecutivi lontano dal Pirani.
Allo stadio Comunale di Penne invece, Fanesi e compagni sono stati costretti a mandar giù un boccone amaro grande così: l’undici di mister Torti ha vinto capitalizzando al meglio l’unica conclusione nello specchio della porta biancazzurra. Risultato: gli abruzzesi rinfocolano le proprie speranze di salvezza, mentre la banda Amaolo si lecca le ferite, perdendo terreno dalla zona play off, adesso distante tre lunghezze (i 35 punti del Real Montecchio).
Ma andiamo con ordine. Il Grottammare si presenta a Penne privo dello squalificato Del Moro e senza Vergari, infortunati. Recuperati in extremis Manni e Laino. Mister Amaolo rispolvera Oddi e getta nella mischia Puglia, seppure il centrocampista biancazzurra sia reduce dal Torneo di Viareggio con la rappresentativa di D. In casa abruzzese il tecnico Torti preferisce Ciarrocca a Stellato e in avanti schiera Poziello in luogo di Gamboni.
Primo tempo di nulla. L’unica emozione? Il gol dei padroni di casa, al 41′: cross di Contini, torre di Nardi e Nunziato approfitta della dormita generale della difesa per insaccare da due passi. Si torna negli spogliatoi.
Ripresa di marca ospite. All’8 tiro alto di Puglia. All11′ Nunziato, in azione di contropiede, è anticipato al momento del tiro dal recupero della retroguardia biancazzurra. Al 31′ traversone di Gasparroni, testa di Laino su cui Palena compie un autentico miracolo. Un minuto dopo lo stesso estremo difensore abruzzese si supera ancora una volta sulla rovesciata di Fanesi indirizzata all’angolino basso.
Nei minuti di recupero (ben 5), Grottammare all’assalto. Al 47′, fallo laterale lungo, spizzata di Traini a prolungare, Laino appostato sul secondo palo incorna a botta sicura ma colpisce l’incrocio dei pali. Finisce così, con una sconfitta a dir poco immeritata.
AMAOLO MASTICA AMARO Molto amareggiato, nel dopo-partita, il tecnico del Grottammare: «Abbiamo pagato a caro prezzo l’unico tiro in porta del Penne, dopo un primo tempo scialbo. Siamo stati molto ingenui nella circostanza. Nel secondo tempo abbiamo provato a pareggiare, ma un po’ per sfortuna, un po’ per imprecisione non ci siamo riusciti. Dispiace interrompere la serie positiva, dopo la sosta ci tenevamo a ripartire col piede giusto. I play off? A quelli non pensiamo per ora, dispiace, come ripeto, perchè la prestazione c’è stata, ma è mancato il risultato. Onestamente credo che la sconfitta sia immeritata».
Domenica prossima sarà di nuovo campionato: al Pirani i biancazzurri sfideranno la Santegidiese. «Ora vedremo di analizzare i perchè di questa sconfitta – conclude Amaolo – sperando di ripartire subito e tornare a fare punti»·
Si ringrazia per la collaborazione Massimo Lupacchini

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 381 volte, 1 oggi)