SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Si ripete, per il secondo anno consecutivo, il gemellaggio sportivo tra Viareggio e San Benedetto promosso da Edusport, il servizio svolto dal Comune in collaborazione con le associazioni sportive.
Le due città, legate da un solido rapporto instauratosi a partire dagli inizi degli anni Novanta, a fronte della folta rappresentanza sambenedettese nel centro versiliese – il quartiere Darsena, per esempio, è quasi interamente abitato da sambenedettesi d’orgine; che dire oppure del Caffè Sportivo, bar nel quale si parla rigorosamente il dialetto della nostra città – rinnovano un’iniziativa partita l’anno scorso grazie all’Ufficio Sport del Comune di San Benedetto, nella fattispecie attraverso l’impegno di Mario Palanca.
Sabato prossimo lo stesso Palanca, unitamente al consigliere Gianluca Pasqualini e all’assessore allo Sport Eldo Fanini, accompagneranno in Toscana una numerosa delegazione di giovani calciatori, provenienti da tutti i sodalizi sportivi cittadini – Agraria, Porto d’Ascoli, Torrione, Mariner, Ragnola, Samb e Folgore – che dopo essere stata ricevuta nel Municipio della città toscana, si trasferirà allo Stadio dei Pini per assistere alla semifinale della 59esima edizione della Coppa Carnevale, la manifestazione di calcio giovanile mondiale che si sta svolgendo dai primi di febbraio.
Nel tardo pomeriggio i ragazzi di San Benedetto parteciperanno al famoso carnevale in maschera e, il giorno successivo, daranno vita, assieme all’Esperia Viareggio, all’ormai tradizionale amichevole di commiato. Dopo aver seguito gli ultimi momenti del carnevale la delegazione di casa nostra farà rientro nelle Marche.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 630 volte, 1 oggi)