SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Rimandati i sogni di gloria. La Samb contro la Salernitana ha fallito la possibilità di cambiare radicalmente (o quasi) il destino della propria stagione. A guardare la classifica della divisione meridionale ci si accorge che con 3 punti i rossoblu a quest’ora sarebbero ben al di sopra della linea di galleggiamento. E invece si resta lì, in trincea, con due sole lunghezze di vantaggio dal quint’ultimo posto detenuto dalla Ternana e un calendario che propone agli uomini di Ugolotti quattro trasferte (San Marino, Manfredonia, Foggia e Cavese) e un solo incontro casalingo (Giulianova). .
Una giornata storta per la Samb, sfortunata e comunque meno rabbiosa e determinata rispetto alla formazione vista all’opera quindici giorni prima contro il Lanciano. Nulla ha girato per il verso giusto. Dalla difesa, di nuovo caduta in quegli errori macroscopici che puntualmente si sono finiti per pagare a caro prezzo, a un centrocampo che con Carlini non al meglio e Visone impiegato in una posizione a lui poco congeniale, ha faticato al cospetto dei dirimpettai granata, un concentrato di esperienza e corsa.
Ancora: in avanti Olivieri è tornanto su standard piuttosto mediocri e Morante ha confermato di non essersi ancora del tutto ripreso dopo il tormentone del calciomercato. Infine mister Ugolotti, stavolta protagonista in negativo con scelte poco azzeccate: oltre al citato Visone, non hanno convinto i cambi nella ripresa. Dimenticavamo l’arbitro, il signor Barletta di Bernalda, che ci ha metto il suo.
Detto questo, non cadiamo nella facile tentazione di drammatizzare la situazione. Bene fa il presidente Tormenti a convincersi che la battuta d’arresto possa anche far bene alla squadra. Il campionato è lungo e le possibilità di rifarsi si ripresenteranno di sicuro. Occorre insomma ripartire, come si è fatto per esempio all’indomani dell’altra sconfitta casalinga contro la Ternana (13 novembre). Con umiltà e determinazione, ingredienti dai quali questa squadra ha dimostrato di non poter prescindere. I sogni di gloria invece lasciamoli stare, più volte abbiamo avuto conferma che un undici giovane (quindi inesperto e quasi irrimediabilmente destinato a incorrere in cadute inopinate) come quello rossoblu pare non poter guardare troppo in là.
RIPRESA Domani pomeriggio, martedì, la Samb riprenderà gli allenamenti. Sarà presente anche Nikola Olivieri, il quale non ha più raggiunto la rappresentativa Nazionale Under 20, che mercoledì disputerà un’amichevole con i pari età del Belgio a Seraing, in virtù di un problema alla schiena. Sempre domani il Giudice Sportivo di C squalificherà Tinazzi, espulso contro la Salernitana, e Iovine.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 742 volte, 1 oggi)