SAMB. La Samb di Ugolotti non ha superato la prova del fuoco e dovrà ricominciare da capo a San Marino contro una diretta avversaria. Nella terra del Titano i punti varranno doppio ed una vittoria potrebbe risultare determinante per un proseguo tranquillo del campionato. In caso contrario le altre due trasferte consecutive potrebbero riservare brutte soprese.
Oggi i ragazzi di Ugolotti hanno fatto il loro dovere nel primo tempo finendo in svantaggio immeritatamente, nella ripresa un grave errore difensivo ha messo la parola fine alla gara.
Una gara in cui sono apparsi evidenti i punti deboli di questa squadra che già si conoscevano e che ora vanno immediatamente corretti. Si può perché la società ha mantenuto la parola facendo acquisti mirati per sopperire alle carenze. Per parlar chiaro, la difesa non ha una struttura stabile e definitiva: quelli che hanno giocato di più, Landaida e Diagouraga, non hanno lasciato un buon segno e Ugolotti deve avere la forza di cambiare radicalmente ma non per una o due gare, deve far sentire la fiducia giusta a due giocatori come Esposito e Zammuto che diventeranno giocatori di prima fascia nel loro ruolo.
Anche sulle fasce serve una forza nuova come l’ex romanista Grillo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 475 volte, 1 oggi)