GROTTAMMARE – «Per estremo intendo l’influenza non controllata dell’inconscio che dà animo alle mie forme (figurative e non) che interagiscono comunque con ciò che si cela nel mio volere, tra i miei desideri. Le passioni quindi intese come brama di godere di quelle piccole meraviglie della natura e dell’essere vivente che vengono spesso da tutti noi tralasciate» spiega l’artista Mariano Garulli.

Mariano svolge la professione di geometra, ma di righe, squadre, linee ed angoli perfetti nelle sue opere non se ne vedono. ha alle spalle, per ora, poche esposizioni – d’altronde è ancora giovane e ne avrà di mostre davanti – ma sembra che le sue tele stiano riscuotendo non poco interesse.

Estremo e passioni è il titolo della mostra corrente a Grottammare, inaugurata sabato 3 febbraio presso il Caffè letterario Roma (il bar “fuori dal Comune“), che resterà visitabile fino al 3 marzo, tutti i giorni esclusa la domenica.

«Ho sempre disegnato, da quando ero molto piccolo, – ci racconta ancora Garulli – col tempo ho preso mano alle tempere, poi acquerelli, acrilici ed olio».

Estremo e passioni, personale di Mariano Garulli, fino al 3 marzo – Tutti i giorni esclusa la domenica – Presso il Caffè letteratio Bar Roma (Fuori dal Comune) – Via Matteotti 61/63, Grottammare

Esposizioni Mariano Garulli:

2005 – Carassai (AP):Personale di pittura “PERCORSI VENATORI”

2005 – Altidona (AP):Personale di pittura “I COLORI DELL’INCONSCIO”

2006 – Cupramarittima (AP): Concorso nazionale di pittura contemporanea “PREMIO CUPRA 2006”

2006 – Monsampolo del Tronto (AP):1°Concorso di pittura estemporanea nel centro storico “I TORRIONI”

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 510 volte, 1 oggi)