SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Per adesso si tratta solo di una proposta del Comune a Rfi (Rete Ferroviaria Italiana, la società del Gruppo Ferrovie dello Stato che gestisce le infrastrutture ferroviarie), ma se dovesse andare in porto si otterrebbe una riqualificazione funzionale dell’ampio parcheggio della stazione ferroviaria attualmente gestito dall’Azienda Multiservizi. L’ipotesi prevede la realizzazione di un parcheggio interrato “tradizionale”, conservando i parcheggi in superficie per gli autobus che attualmente fanno le loro fermate davanti alla stazione in via Gramsci.
Nel frattempo l’assessore ai Trasporti Settimio Capriotti rende noto che il Comune stipulerà una convenzione con una impresa di pulizie per la gestione dei bagni pubblici all’interno dello scalo ferroviario. Sarà creato anche un accesso esterno.
Inoltre Rfi ha manifestato l’intenzione di ripristinare il deposito per i bagagli, ripristinando un locale attualmente inutilizzato che si trova nell’area della stazione vicino ai bagni. Probabilmente lo gestirà la stessa società convenzionata per la manutenzione dei servizi sanitari.
E’ più vicina anche l’apertura di un sottopasso sul lato est della stazione, in via Dari. C’è solo un muro da abbattere ma in passato non se ne è mai fatto nulla per l’opposizione di alcuni residenti. Rfi, per bocca dei due dirigenti Nazario Santelli e Vania Bottegoni, si dice disposta in quanto la stazione diventerebbe più fruibile.
Il 21 marzo prossimo lo scalo sambenedettese parteciperà all’iniziativa ecologica di Rfi “Centocittà” e saranno istallati dei contenitori per la raccolta differenziata (plastica, carta e lattine, non il vetro perché in stazione non può essere venduto).

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.589 volte, 1 oggi)