SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Possono stare tranquilli i 1.540 tifosi rossoblu che a inizio campionato hanno dato fiducia alla Samb dei fratelli Tormenti abbonandosi. Stesso discorso per chi vorrà accodarsi e munirsi di biglietto ai botteghini: domenica, nonostante il giro di vite previsto dal decreto anti-violenza del ministro Amato, la partita tra l’undici di mister Ugolotti e la Salernitana, si svolgerà regolarmente a porte aperte. Scongiurato dunque il pericolo di giocare l’incontro, valevole per la quinta giornata del girone di rtorno, senza una cornice di pubblico.
La comunicazione, verbale, da parte della Lega di serie C è arrivata stamane negli uffici di Viale dello Sport. L’unico dubbio ancora da sciogliere è quello relativo a un eventuale arrivo di sostenitori campani nelle Marche. La Samb, come impostogl dalla stessa Lega, non ha inviato nessuna dotazione di tagliandi a Salerno. La Questura di Ascoli Piceno sta ancora valutando il da farsi, fermo restando che dai colleghi salernitani non hanno ancora ricevuto nessuna comunicazione.
«L’impressione», ci dice il Capo di Gabinetto Maurizio Collina, «è che alla fine ci si organizzerà per accogliere, in qualche modo, i tifosi ospiti. Se la Curva Sud resterà chiusa? Non lo possiamo ancora  sapere».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 977 volte, 1 oggi)