MONTEPRANDONE – Pare ormai essere diventata una (poco piacevole) consuetudine: la Troiani & Ciarrocchi è obbligata a chiedere alle partite davanti al pubblico amico quei punti che, per svariati motivi, lontano da Monteprandone non riesce mai a cogliere.
I numeri dei celesti sono in tal senso molto chiari: solo 3 dei 10 punti totalizzati finora in classifica sono stati colti tra le mura amiche. Era lo scorso 11 novembre, guarda caso nella tana dei quel Guardiagrele, (successo peraltro di misura, 22-21) prossimo avversario sabato pomeriggio, al Colle Gioioso. Un’altra sfida, discorso simile si era fatto alla vigilia della partita casalinga contro il Cus Cassino, fondamentale per la salvezza degli uomini di Pasquale Iadarola, a quattro giornate dalla conclusione della prima fase della stagione.
Va tenuto a distanza lo stesso Cassino, in graduatoria distanze 4 lunghezze dai celesti – ricordiamo che scende in C solo chi concluderà la stagione da fanalino di coda del girone – prossimo a ospitare la Flavioni; e magari va accorciata una classifica che, la capolista Lazio a parte, è racchiusa nello spazio di 6 punti, il margine dal Pescare, seconda forza del torneo, e Monteprandone, penultimo.
Coach Iadarola ad ogni modo contro il Guardiagrele non potrà disporre, ultimamente non è una novità, dell’intero organico: ancora fuori Fabio Poletti e Consorti, destano qualche preoccupazione le condizioni di Bisirri, che ha male alla caviglia toccata duro nella trasferta di Ancona, sabato scorso, e Romandini, acciaccato. Rientra, unica nota lieta, il terzino Sciamanna, fuori da qualche giornata per dei fastidi alla schiena.
UNDER 15 Primo punto della stagione per l’Under 15 di Sergio Perozzi che, in casa del Chiaravalle, ha pareggiato 25-2, segno inequivocabile della crescita del gruppo celeste.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 397 volte, 1 oggi)