GROTTAMMARE – Si gioca o non si gioca? Anche la serie D resta con il fiato sospeso, in attesa di sapere se Governo e Coni si metteranno d’accordo e daranno l’ok per la ripresa dei campionati. Domani, giovedì, dopo il consiglio dei ministri straordinario previsto per la giornata odierna, dovremmo sapere con certezza pure la decisione del Comitato Interregionale.
Sui tavoli degli uffici in via Po, nella Capitale, sono intanto pervenute le richieste di tre società del girone F, compreso il Grottammare (le altre due sono il Tolentino e il Fano), le quali, avendo alcuni tesserati impegnati con la rappresentativa di serie D a Viareggio, per la Coppa Carnevale, non intendono scendere in campo domenica prossima. Se davvero si dovesse riprendere a giocare – l’ipotesi più probabile pare quella secondo cui lo si farà a partire dalla quinta giornata del girone di ritorno, con le partite del turno precedente da recuperare, quasi certamente, il 7 aprile, giorno che coincide con la sosta per le festività pasquali – il Grottammare a Penne non vuole andare.
Il diesse biancazzurro Pino Aniello ha inoltrato la richiesta di cui si diceva venerdì scorso, ma ancora sta attendendo risposta dal Comitato Interregionale. «Restiamo in attesa di buone nuove, ma per quanto ci riguarda senza il nostro Gabriele Puglia, impegnato a Viareggio, non vogliamo giocare. E’ un nostro diritto», spiega Aniello.
E proprio nel pomeriggio – alle ore 17, con tanto di diretta su RaiSport Satellite – il centrocampista biancazzurro esordirà, assieme alla squadra agli ordini di mister Maurizi, nella Coppa Carnevale, affrontando lo Spartak Mosca. Il 9 seconda sfida con il Parma, mentre il 12 contro il Pakhtakor si chiuderà la fase eliminatoria.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 330 volte, 1 oggi)