SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Un grande concerto in memoria delle vittime delle foibe: organizzato dalla Gioventù Musicale d’Italia sezione Marche, dall’assessorato alla Cultura del Comune di San Benedetto, dalla Provincia di Ascoli Piceno e dalla Regione Marche, si svolgerà sabato 10 febbraio alle ore 21,15 presso il Teatro della chiesa di San Filippo Neri.

«Si tratta di un concerto molto importante, se pur non era inserito nel programma della stagione di musica classica che si aprirà entro febbraio» sottolinea l’assessore alla cultura Margherita Sorge «e che comprenderà in un unico cartellone le programmazioni dell’Istituto Vivaldi, della Gioventù Musicale e dell’associazione Schubert».

«La novità è lo spazio che è stato concesso» ha aggiunto la Sorge «e rappresenta una sede perfetta per spettacoli di questo genere. Acustica ottima, 255 posti e ben restaurato, è sicuramente una grande risorsa per la città».

Si tratta di un concerto di notevole rilievo: il gruppo dei Solisti Aquilani, che insieme al violinista Domenico Nordio e al clarinettista Vincenzo Mariozzi terranno il concerto, è uno dei più grandi a livello nazionale ed internazionale.
«Non è stato facile avere questo concerto» ha spiegato Rita Virgili, presidente della Gioventù Musicale, «è un’orchestra di 30 elementi ed il direttore, Vincenzo Mariozzi, è uno dei clarinettisti più importanti in Italia mentre Nordio ha suonato nelle sale più prestigiose di tutto il mondo».

La data di San Benedetto, insieme a quella de L’Aquila, costituiscono le uniche tappe per il centro Italia ed il programma, come ha spiegato la Virgili, è godibile e molto conosciuto anche da coloro che non seguono molto la musica classica.

«La musica è un momento importante per commemorare le vittime delle tragedie della storia» ha affermato l’assessore Sorge, «così come è accaduto per la giornata della memoria. Con questo evento e con i prossimi del cartellone, si vuole accontentare tutte le esigenze dei vari generi musicali».

Domenico Nordio, veneto di origini marinare, suona con un violino del 1735. Dal 2005 incide con la prestigiosa etichetta Decca ed ha suonato a New York, Tokio, Parigi, Vienna, Milano, Madrid, Istambul.

Vincenzo Mariozzi è il direttore artistico dei Solisti Aquilani, è primo clarinetto solista nell’Orchestra Santa Cecilia dal 1968 ed è clarinetto solista della World Symphony Orchestra. Ha effettuato molte registrazioni per la Rai e diverse incisioni discografiche.

L’Orchestra dei Solisti Aquilani è stata fondata nel 1968, ha effettuato oltre duemila concerti e vanta un repertorio molto vario. Si è esibita al Maggio Musicale Fiorentino, in molte Accademie  Musicali italiane  e nei teatri La fenice di Venezia, Piccolo di Milano, San Carlo di Napoli. Ha inoltre effettuato numerose tournée in tutti i continenti.

Ingresso 8 euro, 5 euro under 25.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 502 volte, 1 oggi)