SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Poteva andar peggio. La stagione della Joints Basket Club San Benedetto è compromessa per metà. Salve le ultime due sfide casalinghe contro San Severino e Fabriano e gli eventuali play off.
Questo l’esito del summit tenutosi giovedì sera – un faccia a faccia di quasi tre ore tra il presidente rossoblu Tonino Valori e il Comitato Regionale della Fip – in Ancona. Il quintetto di coach Reggiani ha quantomeno limitato i danni, vedendosi ridurre la maxi-squalifica di undici giornate comminate dal Giudice Sportivo di serie C dopo la partita contro Cagli dello scorso 20 gennaio. Niente da fare invece per le squalifiche, due giornate a testa, comminate all’allenatore sambenedettese e il capitano Federico Riccardi, i quali sconteranno l’ultimo turno di stop sabato sera, nel secondo derby consecutivo dopo quello contro la Cestistica, stavolta in casa dell’Ascoli Basket.
Il presidente Tonino Valori mostra una moderata soddisfazione per la decisione del Comitato Regionale. «Gli episodi successi tre settimane fa sono avvenuti perchè il pubblico è stato provacato dagli arbitri e da alcuni giocatori del Cagli, in particolare uno. Ad ogni modo mettiamo sopra questa storia una pietra e guardiamo avanti. L’importante è che l’ultimo scorcio di stagione lo possiamo giocare regolarmente davanti ai nostri tifosi».
Per quanto riguarda le quattro giornate di squalifica la Joints ha ora due possibilità: trovare un altro palazzetto dove disputare le partite in questione (contro Montegranaro, Porto Recanati, Chiaravalle e Urbino), oppure giocarle al PalaSpeca, ma a porte chiuse.
SECONDO DERBY Sabato sera intanto i rossoblu, privi di coach Reggiani e di capitan Riccardi, renderanno visita all’Ascoli Basket. «Avevo parlato ai ragazzi già alla vigilia del primo derby contro la Cestistica», argomenta Tonino Valori, «in questo momento devono tirare fuori tutte le energie a disposizione. Dovremo giocare un’altra partita molto difficile, contro una formazione temibile. E’ chiaro che l’assenza del nostro capitano pesa molto, ma credo che le prime otto formazioni in classfica, noi compresi, più o meno si equivalgono; spesso sono gli episodi a decidere gli incontri, quindi andiamo avanti convinti delle nostre possibilità».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 478 volte, 1 oggi)