Tutte le campagne di stampa sono dure e difficili a volte impossibili. Vedono sempre i giornali in stato di inferiorità, essendo sempre la parte più debole, quando dall’altra parte ci sono le istituzioni. Le quali mai o quasi mai riconoscono, dall’alto del proprio potere, che l’inchiesta è stata salutare anzi cercano di appropriarsene la paternità magari mischiando le carte.
La giunta Gaspari ha rotto tutti gli schemi prendendo una decisione assolutamente in linea con quanto da noi “denunciato” nei mesi scorsi.
Non me ne voglia l’opposizione (che, seppure non in toto, ha espletato benissimo il mandato che gli elettori hanno loro affidato) ma Gaspari & C., con le parole che riportiamo di seguito, hanno conquistato un grandissimo merito nei riguardi di tutti i cittadini sambenedettesi. Per un coraggio rarissimo appunto fuori dagli usuali schemi politici.
Azzardo a dire che, se continuiamo così (ognuno al proprio ruolo con serenità ed onestà), la nostra città farà parecchia strada, indipendentemente dal colore di chi governa.

Questo il testo più significativo che ho estratto dall’articolo sull’attualità politica a firma di Oliver Panichi.
«Il Bollettino ufficiale municipale (Bum) pubblicherà i finanziamenti erogati dal Comune. Il sindaco Giovanni Gaspari ha dichiarato che si tratta di un’iniziativa doverosa e non rinviabile: «Oltre alla stampa, ce lo chiede anche un rapporto dell’ispettore del Ministero delle Finanze, ricevuto a fine 2005». Nel rapporto si stigmatizza l’”inadeguata motivazione per il conferimento di incarichi esterni” e la “mancanza di criteri predeterminati e pubblicizzati per l’erogazione di contributi pubblici”. (PERFETTO)
Giorgio De Vecchis
di An invece ritiene che «vanno distinti i contributi alle associazioni dai pagamenti per la prestazione di servizi, per le quali vanno indette delle gare di evidenza pubblica». (GIUSTISSIMO)
Durante il consiglio comunale è stata citata l’inchiesta sul denaro pubblico al vento pubblicata recentemente dal nostro settimanale Riviera Oggi. E’ stato messo in evidenza che oltre al regolamento vanno seguite anche le norme del buon senso.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 667 volte, 1 oggi)