ACQUAVIVA PICENA – C’erano proprio tutti: dirigenti, collaboratori, giocatori e tifosi dell’Acquaviva Calcio si sono ritrovati insieme, a mo’ di una grande famiglia, per brindare agli ottimi risultati raggiunti dal team in campionato. Circostanza propizia dell’allegra rimpatriata, la cena sociale, tenutasi, al ristorante Azzurro, durante le festività natalizie.

Per l’edizione 2006, il consueto appuntamento annuale si è tinto, su iniziativa del direttivo, di toni decisamente folcloristici, assumendo la simpatica denominazione di “Prima Maialata“. Protagonista assoluto della tavola (e dei palati), dal primo piatto all’arrosto, l’animale per eccellenza della tradizione contadina.

Felici e soddisfatti, per un girone d’andata al di sopra delle più rosee attese, la Prima Squadra, con capitan Balletta; gli juniores, con la mascotte Pantaloni; e gli allievi, con il “primo della classe” Simon Gabrielli. Tutti pronti, in una sala gremita, a salutare e festeggiare, a più riprese, i propri responsabili: il mister della Prima Squadra Franco Mascitti, il vice Gianguido Cocci, l’allenatore juniores Luigi Travaglini ed il presidente Pio Rossi. Presenti, inoltre, il CT dei giovanissimi Claudio Forti, il segretario Angelo De Angelis, il responsabile del settore giovanile Luigi Neroni, l’accompagnatore della Prima Squadra Cesare Vagnoni ed una nutrita rappresentanza del direttivo, fra cui citiamo Filippo Carboni, Enore Narcisi, Ottavio Alfonsi e Fabrizio Perozzi. Hanno partecipato al convivio, in rappresentanza dell’Amministrazione Comunale, l’assessore ai Lavori Pubblici Roberto Fulgenzi ed il vicesindaco Teodorico Compagnoni, ex militanti nella squadra.

Il clima festaiolo si è subito trasformato in tripudio all’arrivo del pater familias: l’ex presidente (attuale presidente onorario) Vincenzo Mora, da tutti affettuosamente chiamato “il presidentissimo”, salutato con un caloroso applauso e cori da stadio.

Reclamati, “a furor di popolo”, dai giocatori, gli interventi delle personalità presenti. Rossi, nel ringraziare Mora per l’ottimo lavoro svolto, «il nostro obiettivo – ha precisato – rimane la salvezza; poi si vedrà». «Puntiamo – ha continuato – sui giovani, che intendiamo valorizzare il più possibile». Compagnoni, nel porgere al team gli auguri per le festività natalizie, «i vostri successi sportivi – ha affermato – stanno a cuore a tutti: ai cittadini come agli amministratori». Per finire, Alfonsi «l’Acquaviva Calcio – ha dichiarato – si adopererà sempre per la pacificazione, in tutti i settori, offrendo il proprio contributo affinché si possano accantonare definitivamente rancori, divisioni e pregiudizi, che arrecano solo del male al paese e ai suoi abitanti. Stiamo lavorando, a tal scopo, all’unione con lo Sporting Acquaviva, in vista di una possibile fusione».

Uno scambio di regali fra calciatori della Prima Squadra e dirigenti – allenatori ha concluso la serata.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.300 volte, 1 oggi)