SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Violenza, violenza, ancora violenza. Anche e soprattutto sui campi di calcio dei Dilettanti. Un fine settimana da dimenticare. Altri episodi, oltre alla brutale aggressione costata la vita a Ermanno Licursi, al termine della gara di campionato di terza categoria calabrese Cancellese-Grisolia, si sono verificati nei giorni scorsi, peraltro proprio nella nostra regione.
La partita Villa Pigna-Pagliare, conclusa con la vittoria ospite per 4-0, si è trasformata in una giornata di violenza gratuita. Al termine della partita infatti il tecnico del Pagliare Pierantozzi, già salito in macchina, è stato aggredito da un facinoroso, che lo ha colpito ripetutamente, sotto gli occhi atterriti della moglie e della figlia.
Stesso epilogo dopo il match tra il Real Solestà e la Piazzarola. Anche in questo caso è stato aggredito un dirigente ospite, che nella colluttazione ha perso un canino.
E c’è ancora qualcuno che si ostina a definire il calcio il gioco più bello del mondo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.820 volte, 1 oggi)