Centobuchi-Morro d’Oro 0-0
CENTOBUCHI: Ameltonis, Alessandrini, Cucco, Porcu, Cameli, Corradetti, Cesani, Cipolloni, Rosa, Cardinali (73′ Guido Galli), Pierleoni (63′ De Angelis). A disposizione: Spina, Del Moro, Adamoli, Iachini, Pezzoli. Allenatore: De Amicis
MORRO D’ORO: Migliaccio, Marrangoni, Castello (62′ Costanzo),Villa , Germini, Mancini, Bozzelli (70′ Mangiacasale), Bozzelli, Marinelli, Sparacio, Pietrella, De Falco (65′ Colella). A disposizione: Vigliarolo, Blaiotta, Francia, Di Nicola. Allenatore: Di Pietro.
Arbitro: Cangiano di Napoli.
Asistenti: Esposito di Ercolano ed Emione di Frattammaggiore.
Ammoniti: Villa, Germini, Mancini, Bozzelli, Pietrella e De Falco.
Espulsi: nessuno.
Angoli: 6-3.
Spettatori: 300 circa.
MONTEPRANDONE – Non sa più vincere il Centobuchi. Di più: le polveri degli avanti biancocelesti, a secco da sette turni, restano ancora una volta bagnate. La classifica torna a farsi preoccupante, se poi ci mettiamo che dietro si mettono a correre persino Penne e Riccione, allora la giornata numero venti della stagione è da annoverare tra le peggiori (o poco ci manca) dell’annata.
Gli uomini di De Amicis non sono riusciti a centrare quel successo che manca dallo scorso novembre nemmeno contro il Morro d’Oro. Rognosa la formazione di mister Di Pietro. Se gli abruzzesi non perdono da otto giornate un motivo ci sarà.
Eppure il Centobuchi ci ha provato. Dopo un paio di tentativi del capocannoniere del girone F Antonio Sparacio, erano proprio i padroni di casa ad andare vicini al vantaggio, ma la stoccata di Pierleoni si infrangeva sulla traversa (17′).
Di lì a poco Porcu, su calcio piazzato, imbeccava Cardinali, ma il tentativo dell’attaccante di De Amicis non sortiva gli effetti sperati. Dopo una mischia in area ospite il portiere Migliaccio salvava ancora una volta il risultato.
Sterile l’attacco del Centobuchi anche nelle ripresa. La prima emozione ad ogni modo la regalava il Morro d’Oro, con il tiro, potente, dalla distanza di Marinelli. Bravo Ameltonis. Il numero 1 di casa si ripeteva dopo qualche minuto su Pietrella.
Non tardava a farsi sentire la reazione del Centobuchi: in contropiede Pierleoni serviva Cesani, il quale imbeccava Cipolloni che provava a sorprendere da fuori area il portiere abruzzese Migliaccio. Nulla di fatto. Insistevano i locali, con Cesani che vedeva Cipolloni, libero in piena area di rigore abruzzese, ma il numero 8 biancoceleste vanificava l’ennesima possibilità di concludere.
Ci provavano anche gli ospiti, che agivano di rimessa, mentre il Centobuchi si faceva vedere col solito Rosa che passava la palla a De Angelis, lesto a colpire al volo. Migliaccio, prodigioso, si rifugiava in angolo.
Finiva così, con un pareggio più utile al Morro d’Oro che non a Cardinali e soci. E domenica prossima i biancocelesti saranno di scena nella tana della vicecapolista Montecchio. Hai detto niente.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 427 volte, 1 oggi)