SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il bilancio partecipato piace ai cittadini di Porto d’Ascoli. L’incontro del 25 gennaio fra l’amministrazione comunale e i quartieri Porto d’Ascoli Centro, Mare e Sentina ha visto una grande partecipazione popolare («è il segno che abbiamo ripristinato il dialogo interrotto fra Comune e cittadini», commenta il vicesindaco Antimo Di Francesco). Colorita la rappresentanza del nuovo comitato di quartiere Sentina, i cui componenti si contraddistinguevano per indossare un cappellino rosso. La presidente Angela Cicchitelli ha chiesto luoghi di aggregazione per giovani e anziani e una maggiore considerazione per il suo quartiere. Era presente anche il direttivo del vecchio comitato Mare-Sentina, tuttora in attività. Il presidente Alfredo Cicconi ha ribadito l’idea del restyling di via San Giacomo, una strada a ridosso del mare che dovrebbe essere l’ideale continuum del lungomare verso sud.
«Bisogna senz’altro recintare l’area del parco Eleonora», chiede la signora Marisa Pignotti dell’associazione Truentum. I danni notturni alle attrezzature del parco-gioiello sono frequenti, così come nel parco Ristori vicino al complesso Florentia. Per il presidente del comitato Porto d’Ascoli Centro Giorgio Panichi occorre una maggiore presenza di vigili urbani nella parte sud della città. E’ stata anche richiesta l’istituzione di un parcheggio per soli residenti nella zona della stazione ferroviaria di Porto d’Ascoli.
Il vicesindaco Di Francesco ha illustrato alcuni progetti inseriti nel piano triennale delle opere pubbliche, fra cui l’ampliamento della scuola media “Cappella” e della materna “Alfortville”, la realizzazione di una rotatoria in via del Cacciatore all’uscita dell’Ascoli-Mare, di una pista di pattinaggio e di un campo di hockey dietro la scuola “Cappella” e di un campo da rugby in un’area comunale ancora da definire.
Il vicesindaco ha ribadito che nel 2007, nel 2008 e nel 2009 il Comune stanzierà 2 milioni di euro per gli interventi decisi nell’ambito del bilancio partecipato (133mila per ogni quartiere). «Indiremo un concorso di idee per la riqualificazione di via Mare e penseremo anche a sistemare via dei Laureati».
Su via Mare, del resto, è stato segnalato il problema delle scritte sui muri da parte di Guido Mariani, presidente di un’associazione di commercianti della zona.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.705 volte, 1 oggi)