CUPRA MARITTIMA – Un mese e mezzo lontano dal successo. Da allora la Cuprense ha collezionato sono delusioni: una sconfitta (2-0 con il Potenza Picena) e quattro pareggi (0-0 con il Vigor Pollenza, 1-1 con la Grottese, l’Elpidiense Cascinare e il Matelica).
Tanta sfortuna, questa la causa del momento di impasse per mister Fermanelli. «Infortuni e squalifiche non ci hanno mai abbandonato – ha spiegato – ogni domenica abbiamo dovuto fare a meno di diversi giocatori, quelli su cui si puntava ad inizio stagione per il salto di categoria».
«Devo fare un plauso particolare ai ragazzi che sono subentrati ai titolari indisponibili, non posso rimproverar nulla. Cerchiamo di rimanere a galla. Meno male che l’infermeria si sta svuotando, così potrò contare sull’intera rosa».
La classifica inizia a farsi pericolosa ma mister Fermanelli esterna tutta la sua fiducia: «Siamo consapevoli di essere vicini ai play out. Ma siamo altrettanto consapevoli di avere le qualità per venir fuori da questa situazione e raggiungere i play off. Se è vero che la fortuna si bilancia, in virtù di quanto è successo nel girone d’andata dovremmo avere dalla nostra parte la buona sorte. Resto fiduciosi, i ragazzi stanno bene».
Al termine della gara con il Matelica, il presidente Caporossi si è sfogato contro i direttori di gara, rei a suo dire di penalizzare la Cuprense. «E’ un argomento delicato. Gli arbitri sono giovani ed inesperti, non è facile prendere decisioni con giocatori furbi e d‘esperienza. Anche loro hanno inciso sui risultati ottenuti».
Per la gara contro il Porto Potenza, buone notizie in casa gialloblu. Gabrielli, fuori dai campi da inizio stagione, ha ripreso a correre. Parlato torna disponibile. Rossi salterà l’incontro per squalifica.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 357 volte, 1 oggi)