SAN BENEDETTO DEL TRONTO –Anche quest’anno la Provincia di Ascoli presenta l’ orario dei trasporti pubblici sotto la veste di agile opuscoletto, dal titolo “Buon viaggio”.
L’opuscolo 2007 sarà consultabile anche online attraverso il sito della Provincia ed è stato stampato in 50mila copie con l’obiettivo di diffonderlo capillarmente. Particolare attenzione sarà dedicata al recapito ai Comuni, luoghi di grande affluenza di cittadini, e alle scuole, con l’auspicio che il mezzo pubblico possa diventare per i giovani il sistema privilegiato di trasporti, non solo per recarsi a scuola.
Fra le curiosità contenute nell’opuscolo, gli orari delle linee dirette internazionali che ci sono tutte le settimane per Bucarest, Parigi e altre città francesi, Berlino, numerose città polacche. Esiste anche una linea diretta Fermo–Monaco di Baviera con sosta a Innsbruck. Poi ci sono gli orari di treni, aerei e navi.
«Abbiamo fatto tesoro dei suggerimenti che ci sono pervenuti dagli utenti per rendere ancor più utile l’iniziativa – ha spiegato Maroni – a cominciare dalle dimensioni ancor più tascabili. Sono state indicate le coincidenze con gli aeroporti di Fiumicino e Ciampino per chi non vuol lasciare l’auto a Roma, abbiamo indicato con l’apposito simbolo le corse effettuate da mezzi abilitati al trasporto dei disabili. Poi c’è il numero verde della Provincia 800019760 a disposizione degli utenti che intendono segnalare disfunzioni o proporre migliorie del servizio di trasporto pubblico locale».
Maroni ha sottolineato il successo dell’abbonamento “Picchio” a prezzi agevolati per i pendolari che consente di spostarsi con un unico titolo di viaggio e a costi ridotti della metà sui mezzi pubblici di Ascoli e San Benedetto e sulla linea ferroviaria che collega i due centri. Dall’introduzione delle agevolazioni nel novembre scorso gli abbonamenti “Picchio” sono cresciuti del 15%. Anche i primi esperimenti di semafori intelligenti per i mezzi pubblici a San Benedetto e Porto San Giorgio stanno andando bene, al punto che le amministrazioni locali chiedono di installarne di nuovi.
«Con l’aiuto dei Comuni e delle società consortili di trasporto dei due bacini, SAP per l’ascolano e Trasfer per il fermano – è l’obiettivo dichiarato da Maroni – puntiamo a realizzare entro la fine della legislatura un’unica grande “onda verde” che assicuri il segnale costante di via libera ai mezzi pubblici impegnati sulla direttrice adriatica da Porto Sant’Elpidio a Porto d’Ascoli e poi sulla Porto d’Ascoli-Ascoli ».

.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 708 volte, 1 oggi)