SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Più fermate degli autobus nelle zone periferiche, più punti vendita dei biglietti e un nuovo biglietto orario che permette al passeggero di usufruire di più corse nell’arco di 75 minuti. In sintesi sono queste le richieste che il Comune ha rivolto alla Start, nella persona dell’assessore alla viabilità Settimio Capriotti.
Si arena almeno per ora l’iniziativa degli autobus gratuiti durante le mattine del martedì e del venerdì, sperimentata lo scorso dicembre per diminuire il traffico di auto e lo smog nei giorni in cui si svolge il mercato in piazza. Ricordiamo che per questo servizio il Comune dovrebbe versare alla Start almeno 1600 euro alla settimana.
L’assessore Capriotti aveva chiesto all’azienda i dati sul numero di passeggeri che hanno usufruito della promozione dicembrina, proprio per valutare se ripetere l’iniziativa. La Start invece non dispone di numeri precisi ma ha riferito di aver notato un discreto incremento di passeggeri intorno alle 8:00 e alle 12:30. Nel corso della mattina, invece, gli utenti sembrano scoraggiati dalla lentezza degli autobus imbottigliati dal traffico. Da questo punto di vista sembrano aver giovato i due semafori intelligenti istallati a Porto d’Ascoli e a San Benedetto.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 912 volte, 1 oggi)