SAN BENEDETTO DEL TRONTO – «Morante? Attualmente sono molto scettico». Danilo Pagni, direttore sportivo del Gallipoli, società che, a dispetto dalle smentite che giungono dagli uffici di Viale dello Sport, sta facendo una corte serrata all’attaccante della Samb, è pessimista.
«Il giocatore ci piace molto, lo abbiamo sempre ammesso, però la cifra richiesta dal club marchigiano è troppo alto – spiega il dirigente gallipolino – e poi si parla tanto. Sono una persona concreta, che bada al sodo, o si fa o non si fa l’affare, tutte queste chiacchiere sono inutili».
Crede insomma che alla fine Morante rimarrà a San Benedetto?
«Penso proprio di sì, la trattativa è molto complicata, ci stiamo dietro da almeno una ventina di giorni e ancora niente. Ritengo poi che da parte loro ci sia stato un raffreddamento negli ultimi giorni. Ad ogni modo in questo momento sia noi che la Samb dobbiamo pensare al campionato, quindi non se ne riparletà prima della prossima settimana». Pagni sta bluffando?
Per il club pugliese ad ogni modo, stando almeno alle dichiarazioni del diesse giallorosso, si stanno aprendo scenari differenti: «Non stiamo certo ad aspettare Morante, abbiamo altre possibilità per il nostro attacco e non dimentichiamoci che abbiamo in squadra un giocatore come Giglio, di indubbio valore».
Fra i nomi fatti per l’undici di mister Auteri quello della punta del Frosinone Salvatore Mastronunzio.
«Sì, ci interessa, ma presto ci dovremo incontrare con la Lucchese per Di Gennaro». Come dire: il tempo a disposizione della Samb e di Morante sta per scadere. Il Gallipoli ha fretta di dare seguito ad un mercato invernale già discreto, in virtù degli innesti di Lafuenti e Bellè.
QUI TARANTO Dalla Puglia intanto il presidente del Taranto Gigi Blasi, intervistato dal quotidiano multimediale Blunote.it fa sapere che Morante «piaceva anche a noi». Perché «piaceva»? «Perché – replica il patron rossoblu – quando abbiamo saputo che su di lui giravano cifre pazzesche ci siamo spaventati. Con tutto il rispetto, ma non ce la sentiamo di spendere tanti euro per un calciatore di valore, che sta facendo molto bene, ma pur sempre di 27 anni».
In proposito alla sfida di lunedì prossimo Blasi ha invece detto: «Mi piacerebbe rivedere il Taranto che ha battuto il Foggia, bello, spietato e concreto. Un Taranto all’altezza dei mille tifosi che a Ravenna ci ha sostenuto dall’inizio alla fine e che colgo l’occasione di ringraziare. Solo per loro oggi vale la pensa di fare calcio in una città come la nostra».

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.104 volte, 1 oggi)