MONTEFIORE DELL’ASO – Ancora omaggi della città per il Maestro Domenico Cantantore: sabato 20 gennaio, infatti, verranno ricordati i 100 anni dalla nascita di questo importante artista del Novecento.
Alle ore 16:30 all’interno del Museo Adolfo De Carolis si terrà il convegno “Della sera a Montefiore”. Interverranno il Sindaco Achille Castelli che tratterà di “Paesaggio e storia: la ricchezza di un territorio a misura d’uomo”, l’ assessore provinciale Olimpia GobbiMusei Piceni: un progetto pilota”, la storica dell’arte Giorgia CampanaleDomenico Cantatore: un uomo del Sud” e l’incisore Saverio RiganòUna testimonianza sull’arte incisoria contemporanea”.
Al termine degli interventi il Gruppo Corale Montefiore, diretto dalla M° Barbara Bucci, si esibirà con il meglio del suo repertorio
Cantatore nasce a Ruvo di Puglia il 16 marzo 1906 per poi emigrare a Roma e trasferirsi definitivamente a Milano nel 1924. Montefiore dell’Aso gli ha reso omaggio nel 1988 conferendogli la cittadinanza onoraria ed allestendo una mostra permanente con più di cento opere di grafica. Il 7 ottobre scorso con l’inaugurazione del nuovo Polo Museale la mostra grafica ha trovato una collocazione più idonea e fruibile alla raccolta, allestita nel primo piano del chiostro.
Il nome del convegno “Della sera a Montefiore” trae spunto dall’amico poeta di Cantatore Raffaele Carrieri che nella lirica “Per i cieli settembrini di Domenico Cantatore” citava la bella frase che ora è impressa anche sulle pareti del Museo montefiorano.
Domenico Cantatore non ha mai nascosto la sua passione per il paese piceno tanto che scrisse: «Montefiore è nel mio cuore; qui ho potuto avere il luogo della mia serenità, del mio lavoro. Qui si è arricchita la mia visione del colore in una realtà che al senso profondo delle cose tenta di raggiungere o di aggiungere la poesia».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 368 volte, 1 oggi)