GROTTAMMARE – I consiglieri della minoranza grottammarese replicano al sindaco Merli riguardo al tema della nuova piscina comunale, inaugurata lo scorso 22 dicembre: «Nel paese delle bugie chi dice la verità fa tenerezza!» scrivono in una nota stampa, «Non si possono nascondere errori vistosi con delle improbabili e palesi frottole. Come avevamo annunciato ad oggi la piscina non è aperta al pubblico, e purtroppo dovremo attendere almeno altri 10 giorni. Nella consapevolezza che non si poteva aprire al pubblico prima del 20 gennaio, ci chiediamo perché forzare l’inaugurazione il 22 dicembre?»
La minoranza afferma che «per conoscere la data probabile abbiamo semplicemente domandato ai funzionari del nostro comune, che già da tempo, ci hanno riferito che la piscina non può essere aperta al pubblico finché non è agibile. E che con il massimo impegno degli uffici, per ottenere l’agibilità occorre almeno un mese dalla consegna della struttura. Quindi l’effettiva apertura dell’impianto dipende dall’agibilità e non dal numero delle iscrizioni come è stato affermato da Merli in un precedente comunicato stampa».
La minoranza accusa anche il primo cittadino riguardo i tempi di realizzazione della piscina: «Il piano di riqualificazione della zona San Biagio, che include la piscina è stato approvato nel 2001, quindi 6 anni fa, molto meno rispetto ai 10 anni del teatro comunale, ma sicuramente non si può considerare “tempo breve”. Sfidiamo Merli ad indicarci una sola opera che è frutto della sue idee, fino ad oggi abbiamo visto che realizza il progetto del suo predecessore, e cosa più grave non indica nulla per il futuro della nostra città. Forse gli occorreranno metri di nastro per inaugurare le opere, ma non ha tagliato nessun nastro che inauguri una sua proposta».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.525 volte, 1 oggi)