Porto d’Ascoli-Offida 3-0
PORTO D’ASCOLI: Induti M, Pompei, Palestini, Palanca, Rossi L, Filipponi (67′ Gaetani), Suppa, Chaippini, Di Girolamo (83′ Schiavi), Clementi (75′ Rossi M), Fiorino (Filipponi Si, Induti And, Induti Ale, De Cesare) All. Grilli.
OFFIDA: Simonetti, Massi, Ciccanti, Cori, Almonti, Spina, Volponi, Silvestri (60′ Manni), Ciotti (60′ Alesiani), De Marco (75′ Vitali), Giudici (Paolini, Scipioni, Pasqualetti, Celestini) All. Deogratias.
ARBITRO: Migliazzo di Pesaro.
RETI: 12′ Di Girolamo, 22′ Di Girolamo, 56’Clementi rig.
SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Torna a vincere il Porto d’Ascoli dopo un mese e mezzo di astinenza. Il tris rifilato all’Offida, grazie alla doppietta del giovane Di Girolamo (del veterano Clementi il terzo gol), conferma le ambizioni di rimonta del club biancoceleste.
In avvio sono gli ospiti a mettere paura agli uomini di Grilli con un’azione personale di Ciotti: Marco Induti respinge il tiro, Silvestri sulla ribattuta colpisce la traversa. Pronta risposta dei locali che passano in vantaggio. Lancio lungo di Suppa a cercare Fiorino, sponda all’indietro per Clementi che lascia al giovane Di Girolamo il compito di ribadire in rete.
Al quarto d’ora Clementi invita Suppa, ma il suo destro è alto. L’Offida prova a reagire con Ciotti, cross all’indirizzo di Giudici, diagonale di poco fuori. Al 22′ il Porto d’Ascoli raddoppia: Di Girolamo al limite dell’area si libera di tre avversari, poi un potente sinistro a scavalcare a Simonetti. Gli uomini di Deogratias tentano al 44′ di accorciare le distanze. Assist di Volponi, Giudici stoppa la sfera, la conclusione è prontamente respinta in corner da Marco Induti.
Nella ripresa sale l’intensità del Porto d’Ascoli, di contro scendono di tono i rossoblu. Al 49′ taglio in diagonale di Di Girolamo per Fiorino, il quale controlla la sfera, guarda il portiere e spara alto. Subito dopo Chiappini serve Clementi, la conclusione è deviata in corner. Ma al 56′ arriva il tris biancoceleste. Simonetti rinvia la palla con le mani verso Almonti, si gira ma dietro trova Clementi che d’astuzia gliela ruba. Il difensore ospite altro non può che strattonare l’attaccante biancoceleste in area. L’arbitro assegna la massima punizione. Dal dischetto va lo stesso Clementi che beffa Simonetti.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 384 volte, 1 oggi)