SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Ci siamo. Dopo tre settimane di pausa si ricomincia. La Samb lo fa dal Perugia, uno degli avversari più temibili in questo momento, in virtù della voglia di rivalsa degli umbri. E’ ad ogni modo lo stesso Perugia, conduzione tecnica a parte (a Benedetti è subentrato Cari), che in settembre inflisse a mister Calori il primo dispiacere della stagione e che in seguito ha sempre stentato a recitare il ruolo della protagonista.
In riva all’Adriatico invece di cose ne sono cambiate: da mister Ugolotti alla classifica. Dopo un avvio col freno a mano tirato Landaida e soci hanno cominciato a correre, tanto da aver concluso il girone di andata a quota 22 punti. C’è semmai la solita emergenza: squalificati Visone e Olivieri, rimane fuori Fanelli, influenzato. In dubbio Desideri, alle prese col consueto problema alla caviglia infortunata nel corso del derby con l’Ancona, nell’ultima uscita dei rossoblu di fronte al pubblico amico. Della Rocca, anche lui non al meglio per un problema all’adduttore, stringerà i denti.
Stante un simile quadro, Ugolotti ha preferito convocare anche Esposito, nonostante il difensore di Galatina sia rientrato dalla Puglia solo venerdì.
«Siamo contati – argomenta l’allenatore di Massa – Ma sono convinto che chi scenderà in campo farà la sua parte. Speriamo di dimostrare di aver lavorato bene in queste tre settimane, come sono convinto. Abbiamo cercato di recuperare il lavoro che in estate non era stato fatto, in più abbiamo sostenuto due amichevoli, contro Civitanovese e Rimini. Insomma non siamo restati a guardare, fermo restando che qualche problema l’abbiamo avuto».
Il Perugia in classifica vi sopravanza di 3 punti. Con una vittoria potrebbe cambiare il vostro campionato?
«Per esperienza considero il girone di ritorno un torneo a parte: molto squadre magari svenandosi, hanno cambiato o, a stretto giro di posta, cambieranno molto. In più in mezzo c’è stata la sosta: non è sempre facile ripartire da dove ci si era lasciati. Per quello che mi riguarda sto coi piedi per terra, con la massima umiltà. Onore al merito dei ragazzi ad ogni modo che possono giocare una partita come questa con 4 punti di vantaggio sulla zona retrocessione. Spero si siano convinti che possono giocarsela contro tutti».
Avevamo lasciato la Samb corsara, a sorpresa, a Gallipoli. Come la ritroveremo?
«Spero cresciuti, i risultati almeno dicono questo. Ma che quel che è più importante è che per il momento siamo in linea coi programmi societari, una salvezza con un gruppo giovane».
Mercato: è arrivato Grillo. Pavone e il presidente hanno detto: restiamo vigili, ma siamo a posto così.
«Grillo lo conosco bene, ha una buona tecnica, ha fatto tutte le nazionali di categoria, ha grande spinta e un buon piede sinistro. E’ un’alternativa a Varriale quando tirerà il ffiato, o in alcune stiuazioni quando si giocherà col doppio esterno. Mi aspetto molto da lui, è venuto motivato. Era obbligatorio dotarsi di un altro terzino sinistro, a destra avevamo più possibilità, adattandoci, all’occorenza, Zammuto o Diagouraga. Quanto al mercato ritengo anch’io che attualmente non ci sono nomi in grado di farci fare il salto di qualità. Diamo fiducia a questo gruppo, mi va bene così com’è: sono convinto che può crescere e regalarci altre soddisfazioni».
Al via il girone di ritorno e un mese difficilissimo: dopo il Perugia, Taranto, Lanciano e Foggia.
«Tutte formazioni di alta classifica. E’ per questo che fare risultato domani sarebbe molto importante, perchè ci consentirebbe di preparare questi incontri con maggiore tranquillità, prendendo un piccolo vantaggio dai play out. Il Perugia verrà a San Benedetto molto motivato, del resto chiedono tanto a questa seconda parte di stagione, ma anche per noi la gara ha un grosso significato: vedremo se riusciremo a incrementare o a gestire il vantaggio che abbiamo sulla zona che scotta. Quello contro gli umbri comunque è un match aperto a tutti i risultati».
LE PROBABILI FORMAZIONI Tripoli dal primo minuto. La sensazione è che stavolta tocchi all’ex Palermo fungere da spalla a Morante. Per il resto: Consigli in porta, Varriale, Tinazzi, Diagouraga e Landaida in difesa; a centrocampo Della Rocca e Carlini sugli esterni; in mezzo la coppia Loviso-Iovine.
In casa Perugia probabili molte novità nell’undici iniziale, a cominciare da Ardemagni unica punta, col trio Mazzeo-Guadalupi-Bernini a supporto. Sulla mediana Mamede e Mocarelli, mentre dietro difesa a quattro con Taurino, Baldini, Accursi e Angeli.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 570 volte, 1 oggi)