SAN BENEDETTO DEL TRONTO – «Se esiste una giustizia stavolta sarà la Samb a vincere». Gianni Tormenti sente tremendamente la vigilia della sfida casalinga contro il Perugia. Del resto il gol di Mazzeo a tempo scaduto, all’andata, gli regalò il primo dispiacere da presidente rossoblu, dopo un match ben giocato da Landaida e soci.
«Mi attendo una gara molto difficile, ma certo un successo ci farebbe fare un bel salto in classifica. Non solo agganceremmo gli umbri, ma, sfruttando magari qualche scontro diretto in programma, terremmo a distanza le dirette concorrenti».
Dopo aver disegnato orizzonti importanti, Tormenti torna a scegliere il profilo basso: «Siamo reduci da una pausa di tre settimane, è sempre difficile ripartire, in più avremo diverse assenze. Sono inoltre convinto che il Perugia verrà al Riviera per fare risultato, un pareggio potrebbe bastargli. Spero che l’entusiasmo che c’è in città non ci giochi un brutto scherzo e non faccia perdere all’ambiente la misura delle cose: giocheremo contro una squadra costruita per vincere il campionato».
Contro i biancorossi al via il girone di ritorno. Ecco cosa si aspetta dalla seconda porzione di stagione il numero uno del sodalizio di Viale dello Sport: «La salvezza diretta, senza passare per i play out. Sarebbe un grandissimo risultato, soprattutto se pensiamo a come eravamo partiti, con un punto in cinque partite. Ora però la squadra ha una maggiore consapevolezza della sua forza. Spero si sia definitivamente convinta di potersela giocare contro qualunque avversario».
MERCATO «Potrebbe farci comodo un esterno di centrocampo, ma dovrebbe permetterci di farci fare il salto di qualità. Ci guarderemo attorno, ci mancherebbe, ma non è facile individuare gli elementi giusti. Non siamo quelli che comprano tanto per prendere qualcuno». Come più volte ha sottolineato il diesse Pavone quindi, mercato chiuso, a meno di sorprese. Anche in uscita, Morante compreso. «Lui vuole restare, almeno fino a giugno e la società intende tenerlo. Ha firmato un contratto per due stagioni, magari valuteremo al termine del campionato in corso».
UGOLOTTI «Ugolotti ha un ottimo rapporto con tutte le componenti – ha sentenziato Tormenti – è un po’ presto per parlare del prossimo anno. E’ chiaro che al momento ci sarebbero tutti i presupposti per la sua riconferma, anche se nel calcio non si può dare nulla per certo. Se ne riparlerà magari poco prima della fine del campionato».
EMISSARIO DEL MILAN AL RIVIERA Domenica prossima, sui seggiolini della tribuna del Riviera, accanto a Peppino Pavone e Claudio Molinari, sarà seduto Roberto Patrassi, Responsabile Acquisti del Milan, nonché Direttore dei Rapporti Istituzionali del Settore Giovanile del club meneghino.
Patrassi, di origini maceratesi, è legato da un ultra-decennale rapporto di amicizia col dg rossoblu Molinari, col quale si è incontrato poco prima di Natale. Tra Samb e Milan potrebbe nascere un rapporto di collaborazione riguardante il discorso del marketing e della comunicazione, senza magari escludere il discorso prettamente tecnico, specie se il dg trentino dovesse restare in riva all’Adriatico anche il prossimo anno. Molinari e Patrassi, interpellati, hanno ammesso che domenica si vedranno, senza però sbilanciarsi e fornire ulteriori dettagli.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 754 volte, 1 oggi)