GROTTAMMARE – «Inizia la grande stagione della subacquea a Grottammare e in tutta la nostra zona». Così Patrizio Scartozzi, presidente dell’Associazione Sportiva Tridacne Sub, che a partire dalla prossima settimana darà il via ai corsi di subacquea. Sarà possibile anche a Grottammare, grazie alla vasca per le immersioni all’interno della struttura in zona Valtesino.
«Oltre ai corsi di addestramento per il rilascio dei brevetti di ogni livello dall’open all’istruttore – ha rivelato Scartozzi – abbiamo in programma diverse iniziative tra cui incontri culturali con personaggi del mondo della subacquea, incontri con le scuole e attività di pulizia del mare».
Lunedì 8 gennaio, nel corso della prima assemblea della Tridacne, i presenti, una novantina tra soci e semplici curiosi, hanno potuto conoscere anche la nuova piscina di Grottammare, le quattro vasche, gli spogliatoi, la palestra e le sale di servizio. Sulle gradinate la presentazione delle attività con il citato Scartozzi e il segretario Francesco Ciabattoni, che ha ricordato: «Tutti possono offrire un brevetto, ma non sempre offrono un buon addestramento per formare un sub. La subacquea è una attività ricreativa e sportiva, tutte le persone possono seguire un corso, ma bisogna affidarsi a mani esperte e scuole certe per un maggiore garanzia verso gli allievi e anche verso i vari enti. La nostra scuola ha tutti questi requisiti».
Ciabattoni ha poi precisato che «Ogni corso, aperto a tutti, sarà seguito da un istruttore e un dive master per un massimo di sei allievi. Si divideranno in parte teorica e pratica e agli utenti verrà offerto materiale didattico, video e materiale per la pratica; le attrezzature si consegneranno in uso gratuito».
«Ogni allievo avrà due Assicurazioni – ha continuato il segretario della Tridacne – la RDI e quella del CONI con lo CESN. Oltre ai giorni stabiliti, il lunedì e il giovedì, dalle ore 21 alle ore 22, lo staff prenderà in considerazioni le esigenze dell’allievo scegliendo anche altre date ed orari».
Nino Di Livio, course director dell’IDEA Europe e Consigliere europeo, ha fatto i complimenti per il lavoro che i
suoi istruttori hanno svolto, augurandosi che le attività sub siano sempre svolte nella massima sicurezza. Di Livio ha poi ricordato che gli istruttori della Tridacne Sub si sono sempre distinti in questi anni per aver esercitato bene ogni attività, nel rispetto delle regole della subacquea.
In ultimo Attilio Garbati, direttore sportivo della Delphinia Nuoto, al quale è stato dato in gestione la piscina di Grottammare, ha sottolineato di aver chiamato la Tridacne Sub come scuola di riferimento per la subacquea offrendo loro molti spazi: la vasca di 25 metri, la vasca sub, una sala per la formazione e uno spazio per le attrezzature.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 916 volte, 1 oggi)