PAGLIARE DEL TRONTO – Più di cinquanta tifosi per il primo giorno in rossoblu di Fabrizio Grillo. All’Ama Capus di Pagliare, dove nel pomeriggio la Samb ha effettuato la consueta amichevole infrasettimanale, il clima è già caldo in vista della partita col Perugia.
Lui, 20 anni in febbraio, è alla prima esperienza lontano dalla Capitale, nonostante alle spalle abbia importanti esperienze con Under 15, Under 16, Under 17 e Under 19. Non farà in tempo a mettersi a disposizione per il match contro l’undici di mister Cari, visto che il suo contratto, prestito secco sino a giugno, è stato spedito in Lega solo nella giornata odierna. Ieri, mercoledi, il diesse Peppino Pavone e il direttore generale Claudio Molinari hanno raggiunto Roma per chiudere l’operazione con il giovane difensore giallorosso, che ha vinto la concorrenza sull’altro terzino sinistro nel mirino rossoblu, Giovanni Bartolucci del Siena. Grillo si dice soddisfatto di poter intraprendere questa avventura in riva all’Adriatico.
«Sono ancora un po’ affaticato – sentenzia al termine del primo allenamento coi nuovi compagni – ma spero di rimettermi subito in forma. A San Benedetto ho un’occasione importante per cercare di rilanciarmi; nella Capitale non ho mai giocato partite ufficiali, ma solo amichevoli. Spero di farmi notare alla Samb».
Cresciuto nel vivavio della Lazio, con la maglia dei Giovanissimi biancocelesti ha vinto uno scudetto, proprio mentre coi Primavera si laureava campione d’Italia il suo nuovo compagno di squadra Pietro Varriale, Grillo cinque anni fa si ruppe i legamenti crociati del ginocchio. Su segnalazione del responsabile del settore giovanile della Roma Bruno Conti si è trasferito in giallorosso. E il club capitolino pare credere molto nelle sue possibilità, tanto da aver negato alla Samb una possibile opzione con diritto di riscatto sul suo cartellino.
«So che la Roma, Buno Conti e mister Spalletti mi tengono in grande considerazione. Non posso che ringraziarli, anche per questa possibilità che mi stanno concedendo: lavorerò sodo per diventare quello che loro si aspettano. Il mio ruolo? (in passato ha anche giocato da centrale, ndr) Mi metto a completa disposizione dell’allenatore, anche se preferisco giocare da esterno sinistro».
Alla Samb si ritroverà in concerrenza con Pietro Varriale. «Lo conosco, non solo perchè anche lui è cresciuto nel vivaio della Lazio – spiega Grillo – ma anche perchè mio fratello (Simone, attualmente è al Potenza, ndr) ci ha giocato contro quando era al Giulianova (Varriale invece indossava la maglia dell’Olbia, ndr). E’ un bravo ragazzo e spero che presto si possa diventare buoni amici. La parola concorrenza non mi piace, certo sono qui per giocare, ma se il mister sceglierà qualcun altro non ci sarà problema».
Infine una battuta su San Benedetto. «C’ero già stato, mi ricordavo lo stadio, anche oggi mi ha fatto un bell’effetto». Proprio sul prato del Riviera delle Palme, tra qualche domenica, potrebbe essere protagonista.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 979 volte, 1 oggi)