GROTTAMMARE – Per la rassegna “Immaginazioni al Potere”, l’appuntamento con il Cineforum Blow Up propone il film di Carlo Lizzani del 1976: “San Babila ore venti: un delitto inutile”, in programma venerdì 12 gennaio alla Sala Kursaal.
Il film rappresenta una drammatica documentazione del periodo storico più triste per quelle generazioni. Era in scena la lotta interclasse tra la destra e la sinistra. I giovani, molti studenti, schierati tra proletari e borghesi hanno compiuto il gioco di chi dietro le quinte dirigeva le manovre. I neofascisti, famosi come sanbabilini per la zona milanese frequentata, hanno sferrato una serie di violenze ed assassini che fanno ancora male a ricordarli: tante violenze senza senso stile “Arancia Meccanica”.

Non un documentario ma un romanzo popolare che vuole descrivere la vita. Quattro giovani neofascisti di famiglie borghesi , reduci dal funerale di un gerarca del “ventennio”, compiono aggressioni al liceo “Beccaria”, violentano una ragazza, picchiano ad un corteo di scioperanti. Decidono poi di far saltare una sede sindacale ma finiscono in questura, vengono rilasciati ma uccidono, subito dopo, una coppia di fidanzati a San Babila. Tutti i delitti e le aggressioni sono contro i rossi comunisti.

Sala Kursaal Ore 21,30. Ingresso 3 euro con tessera F.I.C.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 794 volte, 1 oggi)