Nell’ultima seduta dell’anno 2006 della Commissione Provinciale del Lavoro presieduta da Emidio Mandozzi Vicepresidente e Assessore alla Formazione professionale della Provincia di Ascoli Piceno e composta dai Rappresentanti delle Associazioni Industriali, delle Organizzazioni sindacali, delle Associazioni Artigiani, delle Associazioni dei disabili, della Cooperazione e del Volontariato, dai direttori dei Centri per l’impiego della Provincia di Ascoli Piceno, sono stati analizzati i dati relativi alla mobilità provinciale.
La Commissione si riunisce due volte al mese e fra le altre funzioni attribuite per legge ha anche quella di monitorare lo stato dell’occupazione nel territorio provinciale.
I dati del 2006 vedono un totale di 1919 lavoratori/trici in mobilità rispetto ai 2552 del 2005.
Questo dato è positivo rispetto al 2005 ma non soddisfacente rispetto al raggiungimento dell’obiettivo della piena occupabilità che le Istituzioni Locali e le parti sociali si prefiggono.
La riduzione è dovuta in primo luogo alla concertazione attuata dalla Provincia insieme alle imprese e alle Parti sociali relativamente ai rinnovi dei contratti di lavoro e agli investimenti per innovazione e ricerca che alcune imprese hanno attuato, ma anche alle azioni e Buone Prassi che la Provincia ha attuato nel campo della Formazione Professionale e dell’immissione di capitale umano presso le aziende. In particolare con l’immissione di 1500 laureati e diplomati che, dopo un tirocinio formativo e di lavoro di 12 mesi presso le aziende del territorio Provinciale, ora per il 50% si stanno stabilizzando con contratti di lavoro definitivi.
Questi timidi segnali di ripresa devono spronare le aziende insieme alle Istituzione Locali e le Parti sociali a lavorare e ad investire nella ricerca e innovazione come motore per lo sviluppo economico di questo territorio e verso la stabilizzazione dei posti di lavoro eliminando la piaga della precarietà. Su questo la provincia nel corso del 2007 continuerà a lavorare con determinazione.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 798 volte, 1 oggi)