OFFIDA – “L’Oro del Serpente” ha proprio colpito nel segno. Dallo scorso 15 dicembre, infatti, l’amministrazione comunale offidana ha avviato la seconda edizione dell’iniziativa, che ha visto partecipare, nei primi sei mesi, ben 42 commercianti offidani e circa 800 famiglie della “città del sorriso”.
“L’Oro del Serpente” è un concorso attraverso il quale le imprese commerciali cittadine rilasciavano dei bollini che garantiscono, a chi ne colleziona un numero congruo, l’ottenimento di buoni sconto (da 15 euro) presso gli stessi commercianti aderenti al circuito.
Per la seconda edizione dell’Oro del Serpente, il numero di piccole e medie imprese commerciali aderenti è tra l’altro aumentato, dai 42 precedenti a 48. A tal proposito non va dimenticato il contributo di 100 mila euro dato dall’assessorato al Commercio della Regione Marche al Comune Offidano, proprio nell’ambito delle progettazioni dei Centi Commerciali Naturali, percorso in cui si situa anche il progetto dell’Oro del Serpente.

Quest’anno, oltre al raccoglitore da 600 bollini (consegnato dopo una certa spesa, dai 5 ai 20 euro), protagonista del concorso sarà la “cartolina” che, alla fine di ogni mese, per tutto il periodo di promozione (dicembre 2007-aprile 2007) verrà estratta: ogni mese, così, ci saranno cinque vincitori dei buoni sconto messi in palio dal Comune di Offida (uno da € 500, uno da € 200, tre da € 100) che verranno quindi detratti dalle bollette del gas e dell’energia elettrica.
«Siamo molto soddisfatti» ha commentano l’assessore al Commercio di Offida, Valerio Lucciarini, «sia perché l’aumento di adesioni è significativo del consenso che si è creato per la nostra iniziativa, sia perché la costituzione dell’Associazione “Paese dei Balocchi” dimostra la dinamicità del commercio offidano».
Il segretario della Confesercenti provinciale e regionale, Paolo Perazzoli, dichiara che «riprendiamo con entusiasmo la collaborazione con il Comune di Offida per uno dei progetti che hanno dato i migliori risultati nella Regione Marche.
Anche il vicepresidente della Regione Marche, nonché offidano doc, Luciano Agostini, è intervenuto sul tema: «Se tutti i progetti sui centri commerciali naturali avessero registrato il successo di Offida, avremmo avuto una notevole spinta propulsiva per il nostro commercio e una fidelizzazione serie dei clienti».
«Non pensavamo di raggiungere certi risultati in così poco tempo» ammette il sindaco di Offida Lucio D’Angelo, «e per questo motivo ringrazio, oltre che la Commissione Commercio, tutti i negozianti offidani che hanno partecipato, oltre naturalmente a tutti i cittadini». D’Angelo afferma inoltre che «nei prossimi mesi verrà data concretezza ad opere pubbliche importanti, come quella relativa ai parcheggi, di cui il nostro centro storico ha urgente bisogno»

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 834 volte, 1 oggi)