SAN BENEDETTO DEL TRONTO – «Due ipotetici Prg che gravitano sulla testa dei cittadini non trovano ancora giustizia partecipativa ed il rischio e’ l’ottenimento di un risultato poco edificante». A esprimersi in questi poco ottimistici termini è Benito Rossi, esponente di Alleanza Nazionale che afferma di auspicare una «politica dei ruoli, in un momento dove forse si ha l’impressione che a decidere siano alcuni poteri e potentati economici».
Rossi non fa sconti neanche all’ipotesi di piano regolatore presentata dal professor Bellagamba durante l’amministrazione Martinelli: «Non eravamo soddisfatti del procedimento adottato durante la nostra amministrazione e non lo siamo nemmeno oggi perché appunto non si coglie ancora l’aspetto trasparente di una operazione pressoché verosimile. No, non c’e chiarezza. Una città – prosegue Benito Rossi – che deve rialzare la china attraverso una nuova visione strategica territoriale ha il diritto di conoscere chiaramente “cosa” si andrà a modificare per ottenere un bene comune. Ma lo vogliamo leggere chiaro e tondo. Noi non staremo a guardare inerti – assicura infine – e non mancheremo di sollevare dubbi e denunciare eventuali misfatti, senza esitazione e senza remore».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 681 volte, 1 oggi)